• 124
    Shares

In un’intervista a Pitchfork, Ezra Koenig ha elencato le dieci ispirazioni alla base del nuovo album dei Vampire Weekend, Father Of The Bride. Fra il locale newyorkese Wetlands Preserve, le architetture di Roberto Burle marx e il videogame Ecco the Dolphin, spunta anche il nome di Paolo Conte. “Sono sempre stato italofilo”, dice Koenig a proposito del cantautore, “E in quel periodo ascoltavo molto Paolo Conte. È stato descritto come “il Leonard Cohen italiano”. Sono passato attraverso la sua musica, e per via della barriera linguistica ho cercato le traduzioni a volte, ma altre volte mi sono solo abbandonato all’atmosfera. Ha fatto un doppio album, Aguaplano. Non parlando italiano, ho immaginato che fosse quasi come se questo vecchio italiano avesse fatto una versione mediterranea di The River di Springsteen. È come una raccolta di racconti”.


  • 124
    Shares