• 97
    Shares

Ascoltate voi stessi e guardate nell’Infinito e dello Spazio e del Tempo. Là echeggiano il canto degli Astri, la voce dei Numeri, l’armonia delle Sfere. 
– Ermete Trismegisto –

Cosa cantano gli astri ad aprile 2019. L’oroscopo di Rumore aggiornato ogni settimana

di Sofia Antinori

ARIETE
In un’intervista alla rivista Q, parlando di Switchblade Simile, Sergio Pizzorno dei Kasabian disse: “L’ispirazione per quel titolo viene da un’intervista a Morgan Freeman, in cui parlava di una persona con un sorriso a serramanico. E io ho capito all’istante che voleva dire. Una di quelle persone all’apparenza sempre cordiali, ma che dentro, lo sai, sono proprio malefici stronzi”. Questo mese, Ariete, impara da quei “malefici stronzi”. Armati anche tu di u bel sorriso a serramanico e fallo scattare ogni volta che qualcuno pone ostacoli alle tue idee, ai tuoi desideri, ai tuoi obiettivi, alla realizzazione di quel progetto che ti frulla in testa da tempo. E non lasciarti scoraggiare. Il cielo è dalla tua parte. Guarda, sorridi e passa…

Settimana 2 (8-14 aprile)
“Vuoi una vita lussuosa? Vuoi vivere in una casa immensa? Andare alle feste in Francia? Sorseggiare Martini? Vuoi una Maserati?”. Come, diceva anche Brintey, la risposta a tutti questi interrogativi è”You better work, bitch”. Lavora, ma soprattutto metti in pratica quelle idee che da un po’ ti frullano in testa…

Settimana 3 (15-21 aprile)
Non voglio farti una lezione di fisica, Ariete, ma hai presente i materiali ad altissima capacità di assorbimento? Bene, immaginati come una spugna. Assimila ogni informazione. Imbeviti di esperienze, sensazioni, intuizioni. Accumula più che puoi. Un giorno, molto presto, tutto questo bottino ti tornerà utile.

Settimana 4 (22-30 aprile)
La conclusione scontata di una certa nuova conoscenza? Qualcosa di più. Molto di più di ciò che credi e immagini.

TORO
Considerati pure un Guardaroba PAX, una libreria BILLY, un tavolino LACK. Questo mese, Toro, sei un mobile IKEA: pezzi e pezzi da montare, bulloni, viti, e istruzioni criptiche che, nonostante attente analisi, ti lasciano sempre qualche enorme punto interrogativo. Sei agitato, insegui persone e cose che ti sfuggono, ti senti irrisolto. E la cosa non ti piace affatto. Non temere, però, perché il sole – quello primaverile e quello “astrologico” – dice che, con un po’ di concentrazione e tanta pazienza, riuscirai a comporti, a mettere ogni cosa al suo posto, a recuperare lucidità e stabilità, a ritrovare la visione del tutto. E ricorda: se a montaggio concluso ti avanza un pezzo, non temere. Reggerai lo stesso. E a lungo.

Settimana 2 (8-14 aprile)
“Ogni volta che piove, mi vieni in mente tu. Come il sole che spunta. Oh, so che sta per succedere qualcosa di bello. E non so quando, ma il solo dirlo potrebbe farlo accadere”. Kate Bush, molto più di un Roberto Carlino a caso, non vende sogni ma solide realtà. Credici.

Settimana 3 (15-21 aprile)
“Allucinazioni. Disgregazioni. Mediazioni. Sollievo. Prova a non odiare. Ama il tu prossimo. Non soffocare nell’odio che provi. Fai dell’amore ufficialmente il tuo destino”. Il mantra della settimana dovrebbe esserti chiaro. Nel caso ti risulti troppo lungo, te lo abbrevio: mediazione. Sempre e comunque.

Settimana 4 (22-30 aprile)
Lo sai anche tu. È tempo di aprire la porta della tua vita-così-com’è-adesso e andare via. Verso una nuova vita, più affine ai tuoi desideri. Che comprendano l’amore o la realizzazione, o entrambi. Senza paura.

GEMELLI
C’era una volta una mappa e… adesso non c’è più. Ti trovi nel bel mezzo di una “foresta di carta”, Gemelli, in un labirinto di fogli accartocciati, pagine strappate, biglietti smarriti. Circondato dai fantasmi di idee e persone che hai “usato e gettato” a causa di una natura volubile che ti ha fatto cambiare opinioni, pareri e desideri mille volte. A causa dell’istinto che, a un certo punto, hai deciso facesse da unica bussola interiore. È ora di cambiare rotta. Se vuoi trovare l’uscita, se vuoi riemergere e vivere davvero la vita che vuoi e meriti, mettiti comodo, munisciti di penna e foglio e comincia a disegnare, con tratti decisi, la mappa del futuro. Senza esitazioni.

Settimana 2 (8-14 aprile)
“Dentro di te c’è il fuoco. Fallo bruciare. Non dici buona fortuna. Dici non mollare”. Via i musi lunghi gemelli, o i dispiaceri da annegare nei cocktail di stagione. Basta col blues. Apriti all’hip-hop. Su col morale e dritto verso l’obbiettivo.

Settimana 3 (15-21 aprile)
L’inconsistenza è la tua essenza. Rima banale a parte, Gemelli, questo tuo mood innato ti preclude spesso di godere dell’inatteso, di regalini “celesti” che lasci passare inosservati. Tienilo a bada, rinchiudilo in un angolino angusto della tua anima. Impara a vivere senza. “Impara di nuovo a camminare. Potresti sorprenderti”.

Settimana 4 (22-30 aprile)
“Non so dove andiamo, ma di sicuro sento che là fuori c’è qualcosa. C’è un grande risveglio e un nuovo mattino, e il tuo spirito batte forte e chiaro”. Batti forte e chiaro anche tu, Gemelli. Risvegli sensi e corpo. Marte è dalla tua parte… (se non afferri al volo le mie parole immagina una tripla emoticon con occhiolino)

CANCRO
Hai presente Dennis Rodman, Cancro? Oltre i look stravaganti, il colore cangiante della chioma e la quantità di ferraglia indossata, Rodman è stato uno dei cestitsti più versatili dell’NBA. Soprattutto in difesa: otto volte NBA All-Defensive Team e due volte Defensive Player of the Year, era l’incubo di tutti gli avversari, che non sapevano mai cosa aspettarsi. Ad aprile, Gemelli, trova il tuo Dennis Rodman interiore. Ricorda, una per una, tutte le sorprese che il mese precedente ti ha servito e difendile, come fossero il tuo prezioso castello, con tutta la forza, astuzia e caparbietà che riesci a racimolare. E confondi, spiazza e batti un cielo dispettoso-ma-non-troppo che cerca di offuscare la visione del futuro.

Settimana 2 (8-14 aprile)
“Dicono che sono matto, ma sinceramente non m’importa. È la mia prerogativa”, che tu lo dica con il tono (piuttosto) macho di Bobby Brown, o con quello (piuttosto) miagolante di una Britney Spears, il risultato non cambia. Hai fatto una scelta e la difendi fino all’ultimo respiro. Bene.

Settimana 3 (15-21 aprile)
“Chi avrebbe mai detto che il Paradiso Perduto di Milton avrebbe potuto essere ritrovato?”. Te lo dice Brian Ferry, Cancro, devi credici. E se il suo paradiso era quello di un amore adolescenziale proibito, il tuo è fatto di raccolti seminati dalla tua creatività.

Settimana 4 (22-30 aprile)
“Sopravvivere o vivere, due concetti che non possono stare allo stesso livello. Qualità o quantità. Non dirmi che sono la stessa cosa.”. E non dirmi, Cancro, che stai considerando di scegliere la seconda. Lo sai che sarebbe un gran passo falso.

LEONE
Qualcuno più saggio e visionario di me, una volta ha detto: “E tutto quello che tocchi e vedi è tutto ciò che sarà la tua vita”. Che significa? Per te, Leone, in questo solare mese di primavera, vuol dire cambiare il colore delle lenti con cui guardi la vita e ricordare, ogni tanto, di pulirle. Perché a volte ti lascia affascinare dalle novità a tal punto che quando torni alla realtà la vedi appannata, opaca, grigetta e la rifiuti. E tendi a sabotarla. Per un po’ lascia perdere la pancia e usa la testa, sforzati se necessario e una volta portate in equilibrio vedrai le cose a fuoco che più a fuoco non si può. Rimarrai piacevolmente sorpreso dalla bellezza di ciò che avevi volutamente ignorato. E sorriderai, parecchio.

Settimana 2 (8-14 aprile)
Aprile è il mese dello scambio culturale, Leone. Che voglio dire? DI immaginarti come uno studente Erasmus, in giro per l’Europa (o il mondo, se vuoi), pronto a sperimentare, a bere orzata al tavolino di un bar, a passeggiare su immensi marciapiedi, a osservare, ammirare e interiorizzare. Quando sarà tempo di tornare a casa, lo farai con un sorriso.

Settimana 3 (15-21 aprile)
“Aprile continua a marciare”. Che sia un mese o una donna, lo sanno solo i Decemberists, quello che so io, Leone, è che la nostalgia quella che ti attanaglia e ti attira anche se non lo ammetti, dovresti prenderla per quello che è. Una nuvola passeggera. Guarda avanti, sempre, e tornerà il sole

Settimana 4 (22-30 aprile)
“Balla pure tutta la sera con il tuo fidanzato. Digli pure che adori la sua canzone. Chiudi pure gli occhi, ma vedrai me. Inutile fingere”.. Si sa che per te i rapporti con l’altro e gli altri sono sempre basati su una innegabile reazione chimica. Ma presta attenzione ai reagenti per evitare che una sintesi diventi decomposizione…

VERGINE
Ti senti come il Beck del 1996, quello di Readymade, Vergine, “essere senziente in un ambiente che da un lato ti chiedere di essere una macchina il più possibile sensibilizzata e umana, ma tuttavia capace di dispensare energia ed emozioni su richiesta”. Ti senti sfruttata, bloccata in un ingranaggio ben oliato. Sei combattuta tra il mollare ogni resistenza e la tentazione di metter in atto un sabotaggio. Non indorerò la pillola: aprile è un mese urticante come la più fastidiosa allergia primaverile. Prima di prendere decisioni definitive, chiudere porte, sfondare mura, pianificare fughe, pensa a ciò e a chi vuoi davvero. Dialoga, confrontati, apriti, ascolta, raccogli tutti gli indizi utili. La decisione, quella giusta, arriverà da sola, senza alcuno sforzo o tormento.

Settimana 2 (8-14 aprile)
“Voglio essere colui che guida durante un terremoto. Voglio essere colui che si tuffa in un acquario. Non voglio andare a casa”. Se davvero ti senti così, se davvero vuoi più soddisfazione, provocalo tu il grande scossone. E non aver paura di crepe e voragini.

Settimana 3 (15-21 aprile)
Sei sempre su un altro fuso orario, Vergine. A volte molto più avanti del resto del mondo. Non fartene un cruccio. Non sentirti incompresa. Trasformati, piuttosto in Mansa Musa, il decimo sultano dell’antico impero del Mali e produci oro. Tanto oro. Ce la puoi fare.

Settimana 4 (22-30 aprile)
“Ci scopriranno, ci scopriranno un giorno”. Non sei nata per fare l’altra/l’altro, Vergine. Anche se gli angoli bui ti attraggono come poche cose al mondo. Non sei nata per fare l’altra/l’altro, soprattutto perché non ami nasconderti. Perché voler cambiare proprio adesso?

BILANCIA
Aprile, Bilancia, è il mese del velluto a coste. Mi dirai, a ragione, ma non è primavera? E, soprattutto, non fa un po’ 1995? Ti rispondo con una storia. Quando dopo il successo planetario di Vs, media e marketing decisero di vendere Seattle e il suo suono in ogni forma e foggia sugli scaffali dei supermercati d’America, Eddie Vedder rispose con un disco e una canzone in cui sostanzialmente diceva “potete pure comprare camicie di flanella o velluto a coste, ma non comprerete mai la nostra anima”. La tua unicità, Bilancia, va strenuamente difesa non modellata su quella altrui. Le unicità possono coesistere e beneficare l’una dell’altra. Con scambi di idee, non con mutazioni genetiche. Anche tu sei in grado di dare qualcosa ai tuoi “modelli”. Sappilo.

Settimana 2 (8-14 aprile)
La parola della settimana è concentrazione. Anche se il gossip da social media, gli uccellini che cantano e che vorresti zittire, le liti dei vicini più appassionanti di una soap opera, ti distraggono. Prova a ripetere, insieme a Zola Jesus, “ho fatto tutto”. Forse ce la farai.

Settimana 3 (15-21 aprile)
“Vai a prendere un accendino, avremo bisogno di fuoco”. Non ti sto suggerendo, mia cara Bilancia, di trasformarti in piromane e mettere a fuoco e fiamme il tuo universo. Ma, in senso molto metaforico, ti sto invitando a passare all’azione, a mettere in moto processi, ad azionare motori…

Settimana 4 (22-30 aprile)
“Innamoriamoci della musica. La forza trainante della vita. L’unico linguaggio internazionale”. Le tue parole saranno oro. Saranno musica. E chi può resistere a un suono dorato?

SCORPIONE
“Ci sarò, per correre tra le tue braccia. Ci sarò. Non vuoi abbracciare la mia anima?”. Intorno a te c’è calma. Non quella piatta e soffocante dell’abitudine, ma quella di un cuore appagato e di una mente in equilibrio, lontana da noiose interferenze. Sai bene però, Scorpione, perché hai un sesto senso infallibile, che da qualche parte del tuo verde e rifiorito giardino c’è un ordigno bellico inesploso, una costante minaccia, non gravissima, che che può turbarti all’improvviso. E sai anche che, per tua natura, quel “potenziale pericolo” è il perfetto capro espiatorio per ogni tua frustrazione. Ebbene, in tempi di pulizie, il tuo compito, improrogabile, questo mese è… farlo brillare. Chiama chi vuoi, la scientifica, gli artificieri, i pompieri, Superman, ma liberatene.

Settimana 2 (8-14 aprile)
Considera la tua vita, per essere n linea con i tempi, il sequel di un film di culto di molte primavere fa. Che fine hanno fatto i protagonisti? E gli antagonisti? Quali nuove avventure si prospettano. E cosa, è cambiato davvero? Solo tu hai le risposte e solo tu conosci la direzione da seguire.

Settimana 3 (15-21 aprile)
“Non parlare, poggia la testa sulla mia spalla. Non parlare. Chiudi gli occhi e rimani immobile”. Non c’è nulla di male, Scorpione, ad appoggiarsi a qualcuno, ogni tanto. A cercare il conforto di amici, partner amanti. Molla le redini e rilassati.

Settimana 4 (22-30 aprile)
Quella danza misteriosa di cui sei il maestro assoluto, quell’insieme di mistero, ambiguità e sensualità, che compone la tua anima, è qualcosa che non va rivelato. Ai nemici ma neanche agli amici. Va solo eseguita. Con una certa soddisfazione .

SAGITTARIO
Nel 1965 la carriera di James Brown, il “più grande lavoratore dello show business”, era a un bivio. Da mesi litigava con la sua casa discografica. Le ballad R’n’B che lo avevano definito fino a quel momento gli davano la nausea. Aveva altri assi nella manica – pardon, nella “borsa” – ma nessuno gli dava occasione di calarli. La soluzione? Persistere. Cambiare. Negoziare condizioni più vantaggiose. E godere quando i risultati ti danno ragione. Papa’s Got A Brand New Bag, infatti, fu un trionfo e aprì la stagione del funk. Inutile dirti, Sagittario, che a un certo punto anche tu dovrai decidere se continuare a sopportare situazioni che ti creano nervosismo e disagio, solo per quieto vivere, o alzare leggermente la voce e cambiare ciò che non va. Godendo appieno di alcuni regali celesti che ti offre questo dolce Aprile.

Settimana 2 (8-14 aprile)
“E poi scivoliamo nelle braccia di qualcun altro”. Considera le fasi della vita, il passato e il futuro, come degli amanti, Sagittario. Chiusa una storia ne inizia un’altra. Per cui scivola pure tra le braccia di un’altra vita. Se è davvero ciò che desideri.

Settimana 3 (15-21 aprile)
“Ricordati delle cose belle che hai. È semplice. Armati di sorriso e convinciti che fare amicizie è semplice”. Sei stato in panchina anche più+ del dovuto, Sagittario, è ora di tornare in campo. Non precluderti nulla.

Settimana 4 (22-30 aprile)
“Sono nata così”. Brillante e nessuno può farci nulla. La luce che emani in questi giorni, la soddisfazione e la fiducia in te stesso, sono impossibili da imbottigliare e rivendere in profumeria. Sei un prodotto unico. Meglio che tutti lo sappiano.

CAPRICORNO
“Portati via le mie vecchie foglie / Fammi battezzare la mia anima con l’aiuto delle tue acque / affoga i miei dolori e le mie lamentele…”. Siediti sulla sponda del fiume, Capricorno e lascia che si porti via tutti, ma proprio tutti, i buchi neri del passato. Dall’inizio dell’anno – te l’ho ripetuto più volte – sei entrato in una nuova fase della tua esistenza, anche se ancora non te ne rendi perfettamente conto e sei cauto nel manifestare gioia o un minimo di soddisfazione. Allora, rendiamolo ufficiale. Con un battesimo, una cerimonia di rinnovamento, un brindisi con liquidi di grado alcolico a tua scelta, con quello che ti pare. L’importante è inaugurare questo nuovo corso, con piena fiducia nel futuro, nella solidità delle basi che hai già gettato.

Settimana 2 (8-14 aprile)
In caso di ostinata pioggia primaverile, di incendi improvvisi, di nebbia molesta e allergie stagionali… lasciati confortare da un caldo abbraccio di chi sa “farti sentire tutto il suo amore” in ogni circostanza.

Settimana 3 (15-21 aprile)
Da tempo immemore hai un’idea ben chiara e molto personale di “anima gemella”, Capricorno. La brutta notizia è che trovare qualcuno che corrisponda a tutti, ma proprio tutti i requisti richiesti, è complicato quanto la ricerca del Graal. La buona notizia, però è che questa settimana il cielo promette anche l’impossibile…

Settimana 4 (22-30 aprile)
“Voglio ringraziarti per avermi regalato il giorno più bello della mia vita”. Cambia il partner con l’universo, il giorno con i prossimi mesi e… goditi questo periodo di grande appagamento. In attesa dei prossimi, più appaganti capitoli.

ACQUARIO
C’è un momento nella vita di ogni cantautore in cui la finzione lascia il posto alla realtà, all’autobiografia reale e non filtrata. Tu, Acquario, sei in quella precisa fase. Sei il David Byrne di This Must Be The Place, pronto a scrivere – anche se in modo astratto – la tua più reale canzone d’amore. Non importa che gli altri la comprendano o meno. E nel tuo caso quando parlo d’amore mi riferisco alla vita in tutte le sue manifestazioni e declinazioni. È il tempo della trasparenza, dell’onestà con se stessi, di liberare la voglia di tornare a sentire tutto, con ogni senso. Più eviterai reticenze e dubbi, più ti aprirai a una stagione di grande felicità. E più sarai contento di tornare a casa. Qualsiasi cosa significhi per te.

Settimana 2 (8-14 aprile)
Keep calm & don’t eat dirt. Sarebbe il caso, Acquario, di fare tuo uno di questi slogan tanto modaioli, ma preferisco usare le parole del più “illuminato” (per procura) e rilassato Ziggy Marley: “resta calmo, resta vero, resta urto, resta forte e tira avanti”. Non è (molto) difficile.

Settimana 3 (15-21 aprile)
Per natura ti piace sempre un po’ giocare sul filo dell’ambiguità, lasciare un sano dubbio a chi ti è di fronte. Sei, per farla breve, come quelle canzoni che non si sa mai se parlano d’amore o di ossessione. Questa settimana, però, scrivi un ritornello più chiaro e trasparente.

Settimana 4 (22-30 aprile)
Ci sono momenti in cui bisogna giocare al padrone di casa perfetto. E diciamo che la cosa ti piace anche. Dirama inviti a cena, prepara (o ordina, nel caso tu non sia un master chef) manicaretti, disponi sedie e persone, favorisci conoscenze, incontri e conversazioni tra amici. E future cene per due. Chissà che non ne spetti una anche a te…

PESCI
“Voglio mettere il mascara, dipingere le unghie di un colore brillante/ Voglio fare l’attrice / Le attrici recitano tutta la notte”. Barbra è Barbra e, se suggerisce o dichiara qualcosa, che tu sia il più metallaro o il più punk dello zodiaco, obbedisci senza fiatare. Dunque, Pesci, considerando che aprile è un mese i cui devi tirar fuori le unghie e cominciare a mettere in chiaro più di una questione, a stabilire confini con altri esseri umani, a toglierti dalla schiena lunghi coltelli, il mio consiglio è: tieni a freno l’ostilità e fatti furbo. Come? Con la tecnica Streisand: prendi appuntamento dalla manicure, lima gli “artigli”, applica uno smalto di un rosso brillante, metti il mascara, e assumi una postura che proietti all’esterno grande sicurezza. E comincia a sistemare tutto e tutti. Senza vacillare. Non avrai bisogno di graffiare o spargere sangue.

Settimana 2 (8-14 aprile)
A volte ti sembra di essere circondato da un esercito di Zombie. Cervelli addormentati a cui bisogna spiegare tutto come avessero sei anni. La cosa ti sfinisce. La cosa ti rende anche antipatico. Quando non ne puoi più, sfodera la Grande Spiegazione Universale “De do do do de da da da”. Ai suddetti cervelli, in fondo, tutto suona così. Non sia accorgeranno della differenza…

Settimana 3 (15-21 aprile)
“Hai scritto una recensione negativa su di me. Forse credi che ormai è tutta acqua passata. Beh, NONamico, sono il tipo che porta rancore”. Tu, da gran sognatore quale sei, non saresti mai capace di diventare un perfido angelo vendicatore che si scaglia contro chi ha avuto l’erdire di invadere e distruggere i tuoi spazi. A volte però, fa bene anche solo fingere. Allora trova il tuo Nick Cave interiore e abbaia forte. Senza mordere, of course…

Settimana 4 (22-30 aprile)
Quando meno te lo aspetti qualcosa o qualcuno distante da troppo tempo torna. E porta doni inattesi. Ed è tutto meglio di prima. Sotto ogni punto di vista. Accettare questo ritorno è l’affare del secolo!


  • 97
    Shares