• 231
    Shares

?Alos, progetto solista di Stefania Pedretti (OvO, Allun) e Xabier Iriondo (Six Minute War Madness, Afterhours, Uncode Duello, A Short Apnea, Bunuel, The Shipwreck Bag Show, Immaginisti, Todo Modo), tornano in duo, dopo il 7” omonimo del 2011 e l’album Endimione del 2012, incentrato sui Madrigali di Antonin Artaud, con l’EP Coscienza di sé, in uscita il 12 aprile 2019 per le etichette Sangue Disken (Milano) e Cheap Satanism (Bruxelles). Il disco è dedicato a Emma Goldman, scrittrice e filosofa anarchica e femminista statunitense di origini russo-lituane, ritratta anche nella fotografia di copertina, con artwork di Stra. “Abbiamo iniziato a registrare i pezzi nel 2018″.

Raccontano ancora: “quando il femminismo stava riprendendo linfa vitale, anche grazie al movimento Non Una di Meno. Tutto, poi, è giunto a maturazione. Parecchie persone, incluse molte giovani femministe, non sanno neppure chi sia Emma Goldman. Ecco perché la sua figura deve essere assolutamente valorizzata. I concetti gridati dalla Goldman, cento anni fa, non sono mai stati così attuali. Crediamo che in questo momento storico sia ancora più importante che nella musica si torni a parlare di politica. La visione femminista della Goldman coincideva con l’aspirazione a una donna emancipata e capace di lottare in prima linea. In più, la sua idea di anarchia era da applicare a tutti gli aspetti dell’esistenza umana, sia politici sia individuali”.

Per quanto riguarda l’aspetto più strettamente musicale: “L’obiettivo era mantenere potenza e ferocia tramite strumenti non propriamente legati al rock nella sua forma tradizionale.Coscienza di sé è il nostro lavoro più popolare. Volevamo usare l’elettronica e ritmiche talvolta ‘accattivanti’ per fare arrivare a destinazione e magari canticchiare contenuti molto forti e significativi, soprattutto ora. Auspichiamo se ne possa discutere”.


  • 231
    Shares