• 38
    Shares

Tiles è il nuovo EP dei Larsen, in uscita il 21 febbraio per Hypershape Records, a tre anni dall’ultimo album Of Grog Vim. Il lavoro, che vi facciamo ascoltare in anteprima, “è una nuova manifestazione dell’inimitabile visione che hanno svelato da quando l’artista newyorkese Little Annie si è unita al gruppo nel 2008, dopo averli visti suonare a un festival in Austria”. Del suo lavoro con la band Annie dice: “Vivo in tre fusi orari – e scrivo in due – il prima e l’ora – Il mio lavoro con i miei fratelli italiani, Larsen, che almo moltissimo, è l’ultimo. La vita è vissuta a lato, nonostante l’illusione di essere parte di un cammino dal punto a al punto b in realtà è ADESSO – mille percezioni – che se siamo davvero consumati, davvero visti, taglieremmo tutti un orecchio – la morte per pura forza di ogni cosa porta vita – Così vediamo piccoli pezzi consumabili, per paura che i nostri cuori scoppino – L’allora esiste solo nello specchietto retrovisore – ci sono tempi per farlo, ma non mentre guidi… questi pezzi sono note, frammenti dall’autostrada”.

“La voce umana è sempre stata presente nella musica di Larsen”, dice Fabrizio Modonese Palumbo, “ora come puro suono, ora come parola, tranne che nel nostro ultimo album Of Grog Vim, di tutti il più narrativo, una volta si sarebbe detto “concept”, ma anche l’unico della nostra discografia completamente strumentale e proprio per questo punto di origine simmetrico di Tiles dove invece la parola prende il sopravvento, e se nei nostri precedenti album con Annie alla voce (La Fever Lit e Cool Cruel Mouth) il testo, i testi, nascevano dalla musica, in Tiles sono invece l’elemento primo, scritti su semplici loop ritmici e poi orchestrati nella forma finale dei quattro brani presenti, con un quinto elemento, la nostra cover di Don Giovanni non inclusa nell’EP ma commissionataci dalle Industrie Discografiche Lacerba per il loro album tributo a Lucio Battisti & Pasquale Panella La Bellezza Riunita, dove il testo e le parole destrutturate e stratificate tornano ad essere fonemi ed esse stesse musica; Tiles: frammenti, mattonelle, tasselli di una narrazione complessa ed implacabile, scene di un possibile film, l’immagine catturata con un veloce movimento della testa”.

I Larsen saranno in concerto il 21 febbraio al Blah Blah di Torino, il 28 a Milano al Circolo Magnolia, il 2 marzo a Bologna (Freakout Club) e a seguire in Europa.



  • 38
    Shares