Il rapporto di Sinead O’Connor con la religione non è mai stato tranquillo e lineare: dai contrasti col cattolicesimo e foto del Papa strappata davanti alle telecamere, all’essere ordinata prete dalla Irish Orthodox Catholic and Apostolic Church facendosi chiamare Madre Bernadette Mary, alla ri-conversione al cattolicesimo con relativo cambio di nome in Magda Davitt. L’ultimo (chissà fino a quando) capitolo della saga la vede fedele all’Islam: “Vi annuncio”, ha scritto su Twitter, “che sono orgogliosa di essere diventata musulmana. Questa è la conclusione naturale di ogni intelligente viaggio teologico. Tutti gli studi delle scritture portano all’Islam. Cosa che rende tutte le altre scritture ridondanti. Mi sarà dato un nuovo nome. Sarà Shuhada”.