Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 28 maggio al 3 giugno 2018

1. JACK WHITE A SCUOLA

A chi non è mai successo ai tempi del liceo di ritrovarsi a scuola Jack White che fa un concerto a sorpresa? No eh? Agli studenti della Woodrow Wilson High School in Washington, DC è successo davvero: un secret concert di 45 minuti organizzato dal preside nel cortile della scuola durante la pausa pranzo. Potremmo avere quel preside come ministro dell’istruzione?

2. DAMON ALBARN VS PRINCE

Quando una leggenda vivente tipo Prince ti invita nel suo studio per una collaborazione che fai, non ci vai? No, se sei Damon Albarn e ti dicono che lì sarà vietato fumare. L’ha raccontato Albarn durante un’intervista a Radio X: “mi facevo un drink e una sigaretta – adesso non fumo più, ci ho dato un taglio – ma se non puoi essere chi… se invito qualcuno nel mio studio, è mio ospite, e non ci sono condizioni. Ho preferito non farlo e non essere incazzato per tutta la faccenda. È solo uno degli “avrei potuto”… ne ho un po’”.

3. RIFF RAFF ACCUSATO DI STUPRO

Tour australiano cancellato per Riff Raff in seguito all’accusa di una donna di Melbourne che ha raccontato su facebook di essere stata drogata e violentata dal rapper nel backstage di un concerto nel 2013. “Ero al suo show”, scrive, “perché il mio ragazzo dell’epoca era un suo grande fan. A metà del concerto mi è stato chiesto di andare nel backstage, e da diciannovenne ero lusingata e l’ho fatto”. Il post continua con il racconto di come, dopo l’offerta di uno shot “corretto” con codeina, venne costretta a salire in macchina con Riff raff, e con la fuga dopo essersi risvegliata con lui in una camera d’albergo, e si conclude con l’invito a non andare ai suoi concerti.

4. I NOFX E LA SPARATORIA DI LAS VEGAS

In concerto a Las Vegas, i NOFX si sono lanciati in uno scambio di battute poco felice sulla sparatoria dello scorso ottobre: “Abbiamo suonato una canzone sui musulmani”, ha detto Fat Mike, “e nessuno ci ha sparato, evviva”. “Credo”, ha risposto Eric Melvin, “che a Las vegas ti sparino solo se sei in un gruppo country”. “Almeno erano fan del country e non del punk”.

Il dialogo è stato sgradito anche ai fan punk, e il giorno dopo la band si è scusata con un post su facebook: “Non riesco a dormire, nessuno del gruppo ci riesce. Quello che abbiamo detto a Las Vegas è stato schifoso e insensibile e siamo tutti imbarazzati. Quindi abbiamo deciso tutti insieme di scrivere le nostre scuse profonde, sincere e oneste perché è quello che meritano le persone che abbiamo offeso e ferito”.

5. I TWILIGHT SAD RICORDANO SCOTT HUTCHISON

Al Primavera Sound come sempre non sono mancati i momenti memorabili, ma il più commovente è stato probabilmente l’omaggio allo scomparso Scott Hutchison da parte degli amici Twilight Sad, che hanno chiuso il loro concerto con Keep Yourself Warm dei Frightened Rabbit, con cui avevano suonato spesso e realizzato uno split nel 2011. “Farò del mio meglio”, ha detto il frontman James Graham, “questa è la cosa che amo di più al mondo e voglio rendere orgoglioso il mio amico”.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.