bjork

Björk (foto: Timothée Lambrecq) ha condiviso un video della durata di un minuto in cui chiede un’azione globale per salvare gli altopiani d’Islanda. Come potete vedere dalla foto qua sopra, la cantante indossa una maschera abbastanza complessa e guarda diretto in camera. Inizialmente parla agli islandesi, dicendo che “hanno una scadenza” in quanto “per altri 11 giorni possono andare online per protestare contro una linea elettrica ad alto voltaggio che passerà per tralicci e sarà costruita attraverso l’intera isola”. Alla fine, la cantante chiede anche un supporto a livello mondiale. Nei progetti del governo islandese c’è anche una diga e delle centrali elettriche, il tutto nel cuore della natura dell’isola. Qua sotto vi abbiamo tradotto le parole della cantante.

Gli islandesi hanno una scadenza. Per altri 11 giorni possono andare online per protestare contro una linea elettrica ad alto voltaggio che passerà per tralicci e sarà costruita attraverso l’intera isola. L’Islanda ha, ora come ora, la natura più incontaminata e vasta d’Europa, il che significherebbe la fine della cosa. Un piano del governo prevede la costruzione di oltre 50 dighe e centrali elettriche in quest’area, e l’inizio è previsto per l’anno prossimo. Questo potrebbe, nel giro di qualche anno, distruggere la natura islandese. Proponiamo di istituire un parco nazionale nei nostri altopiani. Ci sono sondaggi che hanno già dimostrato come la maggioranza degli islandesi siano d’accordo con noi. Chiediamo al mondo di supportarci contro il nostro governo.

Il video è stato pubblicato appena prima di una conferenza sempre sullo stesso tema di Björk all’Iceland Airwaves Festival assieme allo scrittore/ambientalista Andri Snær Magnason. Trovate il video per intero qua sotto, e altre informazioni su Heart of Iceland.

Recentemente Björk ha pubblicato il suo nuovo album Vulnicura, che sta per uscire in versione live e per archi, e ha condiviso la sua corrispondenza col filosofo Timothy Morton.