ryan adams

In ambito lavorativo non è inverosimile che un impiegato chieda, per via di un impegno improrogabile o di qualche imprevisto, al malcapitato collega che stava proprio in quel momento per staccare ed andare a farsi una bella birra fresca, di coprirgli le spalle ed il turno. Può capitare per professioni come quella dell’insegnante o dell’infermiere, per esempio. Ma finora (siamo aperti a smentite) non avevamo mai assistito ad uno scenario analogo per quanto riguarda l’esibizione dal vivo di un musicista.

Nella serata di ieri la cantautrice americana Natalie Prass avrebbe dovuto suonare al Falconer Salen di Copenaghen ma, purtroppo per i suoi fan danesi, a causa di un disguido con la Scandinavian Airlines l’artista ha perso il suo volo e ha annullato il concerto. Così di fatto non è stato, però. La Prass è, sì, rimasta bloccata in aeroporto; ma a prendere il suo posto per aprire il live di Ryan Adams, headliner della serata, è stata Natalie Sass. Questo personaggio non è altro che un’improvvisata one-man-cover-band della cantante, che consiste in Ryan Adams con un abito da donna a pois e dei collant. “Di solito sono molto più bella, l’umidità mi rovina i capelli”: questa sarebbe la frase con cui l’ex membro dei Whiskeytown ha salutato il suo pubblico prima di eseguire i brani della grande assente dello spettacolo. Trovate in fondo all’articolo il video della cover di Bird of Prey.

Non è del tutto chiaro il motivo della cancellazione del volo e la compagnia aerea scandinava non ha risposto alle accuse degli artisti, che, come potete leggere nel tweet qui sopra, si sono subito scagliati contro la SAS tramite i loro account Twitter.

Natalie Prass ha pubblicato a gennaio il suo eponimo album di debutto e durante il suo tour promozionale, ha diviso svariate volte il palco con l’amico e fan Ryan Adams. I due, in occasione della data di Leicester, hanno suonato insieme alcuni brani del cantante country come Oh My Sweet CarolinaCome Pick Me up.