Morrissey

Morrissey, che ora compare anche su un francobollo, ha scritto un’altra lettera aperta sul tema dei diritti degli animali, e il suo obiettivo questa volta è Barack Obama e “la grazia del tacchino” (ogni anno, in america si tiene la National Thanksgiving Turkey Presentation, dove il presidente sale su un palco con un tacchino, al quale concede una sorta di “grazia” e quindi non viene mangiato).

Morrissey accusa Obama di supportare l’annuale tortura di circa 45 milioni di tacchini. La lettera aperta si intitola “Thankskilling“:

Vi prego di ignorare il terribile esempio dato dal Presidente Obama che, in nome della festa de Ringraziamento, appoggia la tortura di 45 milioni di volatili, che vengono storditi con l’elettricità, e poi vengono sgozzati. E il Presidente Obama se la ride. Ahah, che divertimento!

Come fa notare Ingrid Newkirk della PETA, la carne di tacchino “è una delle carni che più uccidono nella nostra nazione”, causando attacchi di cuore e ictus, per colpa dei grassi saturi e del colesterolo. E il Presidente Obama se la ride.

Inoltre, l’industria della carne è responsabile per il 51% delle emissioni (causate dall’uomo) di gas serra, per cui la stupida cerimonia della “grazia del tacchino” alla Casa Bianca è un aperto invito in supporto delle industrie che sono sia crudeli che irresponsabili verso l’ambiente.

E il Presidente Obama se la ride.