The Talkhouse è un sito internet dove gli artisti recensiscono gli album di altri artisti (è abbastanza famoso l’episodio, appunto sul sito, di Lou Reed che difende l’album di Kanye West Yeezus definendolo “davvero brillante”). Adesso sul sito è apparsa la recensione di Ezra Koenig (Vampire Weekend) sul nuovo album di Drake, Nothing Was the Same. Potete leggere tutta la recensione qui: noi ve ne abbiamo tradotto un estratto. Koenig dà all’album “10 su 10” e scrive:

Devo essere sincero – non ho ascoltato tutto l’album. Ma ovviamente, è buono. Pensi che un bimbo-attore dal Canada sarebbe così di successo, se non sapesse cantare bene? Ha guadagnato 25 milioni, a 25 anni! (a proposito, mi piacerebbe vedere dei documenti su questo punto. Non dico che non abbia guadagnato tutti quei soldi, dico solo che probabilmente gran parte è costituita da proprietà immobiliare). La gente lo adora perché è bravo! Gli do dieci su dieci, ok?

Ne ho ascoltato UN PO’. Ho sentito la canzone che si chiama Worst Behaviour, quella che dice “quei bas****i non ci hanno mai amato” – mi ha proprio colpito. Ce ne sono così tanti di bas****i là fuori. Faccio musica da quando ho sette anni (ho iniziato col piano), e quindi ho perso il conto di quante volte sono stato tradito. Hai idea di quanta gente ti pugnala alle spalle e poi vuole essere tua amica, nel corso di 22 anni nel mondo dell’industria musicale?? Drake ci è entrato da tipo 5 anni, e vedi già quanto è arrabbiato…  – TU PENSA COME STO IO.

La recensione si conclude con una frase che rimanda a un link speciale “dove potete trovare una lista dei bas****i che non ci hanno mai voluto bene”.