Willis Earl Beal, cantautore di Chicago, sta per pubblicare il suo secondo disco Nobody knows. (l’assenza di maiuscola e il punto fanno parte del titolo), fuori il 10 settembre per XL. La sua storia personale è molto particolare: gli inizi musicali di Beal sono in una serie di CD-R che il cantautore abbandonava in giro per Albuquerque, New Mexico, dove si era trasferito nel 2007 essendo rimasto senza casa e lavoro dopo essere stato congedato dall’esercito per problemi di salute. Uno di questi fu trovato da Found Magazine, rivista basata su oggetti, biglietti e fotografie ritrovati per strada, che diede una copertina a Beal.

Sempre Found sponsorizzò la pubblicazione di The Willis Earl Beal Collection, una sua raccolta di musica, poesie e disegni che servì poi da trampolino di lancio per la sua carriera musicale. Il primo singolo ufficiale di Beal aveva sulla copertina un suo autoritratto e una scritta: “Il mio nome è Willis Earl Beal. Scrivetemi e vi manderò un disegno. Chiamatemi e vi canterò una canzone.” Sotto, il numero di telefono e l’indirizzo (reali) del cantante. Il suo disco d’esordio, Acousmatic Sorcery, è uscito nel 2012 per XL.

Nobody knows. può essere ascoltato sul sito della radio americana NPR cliccando qua.

Nobody knows.:

01 Wavering Lines
02 Coming Through (Feat. Chan Marshall)
03 Everything Unwinds.
04 Burning Bridges
05 Disintegrating
06 Too Dry Too Cry
07 What’s The Deal?
08 Ain’t Got No Love
09 White Noise
10 Hole In The Roof
11 Blue Escape
12 Nobody Knows.
13 The Flow

Qua sotto, una performance dal vivo di Evening’s Kiss, da Acousmatic Sorcery, al celebre show della BBC Later… with Jools Holland.

Lo short animato Principles of a Protagonist: