• 14
    Shares

100 dei listening party di Twitter ideati da Tim Burgess saranno raccolti in un libro in uscita a settembre

Durante il lockdown in Inghilterra nella primavera 2020, Tim Burgess aveva trovato un bel modo per intrattenere gli appassionati di musica: una serie di listening party su Twitter, dove vari ospiti, fra cui Paul McCartney, New Order, Michael Kiwanuka, commentavano un album del passato o del presente. Racconta il musicista britannico:


Ho capito che poteva essere qualcosa di molto utile per le persone sapendo che stavamo andando in lockdown. Ovviamente il coronavirus è iniziato e le persone si sono ammalate e sono state ricoverate in ospedale, e tutto il lavoro in prima linea era sotto un enorme stress. Ho pensato che fosse un modo per aiutare un po’ – ovviamente in modo molto piccolo – ma sembra che abbia continuato a crescere, e le persone sembrano adorarlo. È stato più utile di quanto avessi mai pensato

Un anno dopo, il format diventa un libro, intitolato proprio The Listening Party, che include 100 fra i party più memorabili, storie raccontate da band e fan e immagini di backstage. Il volume uscirà il 2 settembre con l’introduzione dell’ex Oasis Bonehead.

Se vi siete persi i Listening Party, non temete, sul sito ufficiale potete ripercorrere con un sistema automatizzato e in ordine cronologico tutti i tweet degli oltre 750 ascolti collettivi, oltre che conoscere il calendario futuri appuntamenti, facendovi trovare pronti col vinile su giradischi o col cd nello stereo.

Inoltre nel numero di aprile che trovate ancora in edicola c’è l’intervista di Diego Ballani a Tim Burgess che ha pubblicato anche un album solista lo scorso anno: I Love the New Sky.


  • 14
    Shares