• 118
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    118
    Shares

Sparks è il singolo che anticipa l’uscita dell’album Contact, il debutto in duo di Alberto Pizzo e Robs Pugliese

Sparks è il primo singolo di Alberto Pizzo e Robs Pugliese, che anticipa il debutto in duo Contact, in uscita digitale il 21 maggio, risultato dell’incontro di due musicisti diversi per percorsi e esiti, accomunati dalla città di provenienza, dallo studio e dalla visione d’insieme: Alberto Pizzo è l’unico artista occidentale della rosa Yamaha Entertainment Japan, ha lavorato con Luis Bacalov e la London Symphony Orchestra, ha suonato in giro per il mondo con il suo pianoforte. Robs Pugliese è un sound artist poliedrico, percussionista imbevuto di elettronica, ha lavorato con Renzo Piano, Daniel Bacalov e Paolo Fresu, ritagliandosi uno spazio internazionale con le sue sculture sonore. Entrambi nati a Napoli, dove hanno studiato, si sono riscoperti reimmaginandosi in una nuova collaborazione che ha portato a questo disco insieme. “Contact è stato un risultato naturale”, dicono, “tutti i brani sono nati in maniera molto spontanea, senza ostacolare in alcun modo il flusso creativo. Abbiamo preso molto l’uno dall’altro: Roberto ha trovato un ritorno alla melodia, all’armonia e l’idea di una forma canzone rivisitata e “aumentata”, Alberto ha goduto di strutture timbriche e ritmiche per lui inedite”. Nell’ottica dell’intreccio fra l’ispirazione melodica di Pizzo e il lavoro materico di Pugliese, va letta anche la partecipazione di Paolo Fresu nel brano Ikigai: “Paolo è un musicista ed una persona straordinaria oltre ad essere un caro amico” raccontano i due artisti, “conoscendo i suoi progetti e i suoi gusti musicali abbiamo pensato che il progetto potesse interessargli e per fortuna è stato così. Il suo intervento h restituito al brano una terza dimensione, una profondità ulteriore, una multisensorialità spiazzante. Gli siamo molto grati per l’omaggio che ci ha fatto”.

Nel singolo Sparks, Pizzo e Pugliese si immergono tra elettromelodie, pulsazioni futuribili, sensazioni jazz e world music trasfigurata, per un dialogo tra musiche e culture: “Quando si pensa al connubio piano ed elettronica la prima cosa che viene in mente è Sakamoto/Alva Noto, un progetto che abbiamo amato molto e che si basa sul dialogo tra cultura musicale nipponica e sonorità elettronica di stampo mitteleuropeo. La nostra idea è stata quella di pensare a qualcosa che potesse dialogare con la nostra tradizione musicale sia dal punto di vista melodico/armonico che ritmico. Tutto ciò è stato poi mescolato con una buona dose di elettronica che in alcuni dei brani si allontana dalla “classica” visione minimale in favore di una costruzione oseremmo dire quasi barocca”. Qui sotto potete vedere in anteprima il video:


  • 118
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    118
    Shares