• 862
    Shares

Dopo la cantante Helin Bölek e il chitarrista Mustafa Kocak, morti lo scorso aprile, anche il bassista del gruppo folk turco Grup Yorum, Ibrahim Gokcek, è morto per le conseguenze dello sciopero della fame intrapreso un anno fa per protestare contro il governo, che aveva vietato al gruppo di esibirsi e aveva incarcerato, accusandoli di terrorismo e di sostegno al partito di ispirazione marxista Fronte rivoluzionario liberazione popolare (DHKP-C), alcuni membri. Fra questi, i tre deceduti, che avevano iniziato la protesta per chiedere, oltre alla scarcerazione e al ritiro del divieto di tenere concerti, la riapertura del centro culturale İdil Kültür Merkezi, che gestivano nel quartiere Okmeydanı di Istanbul.

Per una crudele ironia della sorte, la morte del bassista è avvenuta appena due giorni dopo che il divieto di fare concerti era stato revocato.


  • 862
    Shares