Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 18 al 24 giugno 2018

1. IL MONUMENTO A NICK CAVE

Tanti di noi vorrebbero fare una statua a Nick Cave, ma qualcuno ci sta pensando più seriamente di altri: l’artista Corin Johnson ha realizzato il modello di una statua che dovrebbe essere eretta nella città del musicista australiano, Warracknabeal, e che lo raffigura, come ogni eroe che si rispetti, a cavallo. Visto il costo non proprio esiguo, circa duecentomila dollari, il membro del Warracknabeal Arts Council, e fan di Nick Cave, Peter Loy, ad agosto lancerà una campagna su Kickstarter.

2. LA GIACCA DI JILL VEDDER

Il pessimo gusto di Melania Trump, che è andata a visitare i centri in cui vengono custoditi i bambini migranti separati dai genitori indossando una giacca con la scritta “I really don’t care, do you?” ha avuto una degna risposta al concerto milanese dei Pearl Jam, dove la moglie di Eddie Vedder è salita sul palco per festeggiare l’anniversario nella città in cui i due si sono conosciuti, indossando una giacca, realizzata dal marito, simile a quella della first lady ma con la scritta “Yes we all care y don’t u?”. Bravi.

When your husband takes your jacket

Un post condiviso da Jill Vedder (@j__vedder) in data:

3. JIM JONES ARRESTATO

Il rapper in manette della settimana è Jim Jones, fermato dalla polizia per eccesso di velocità e trovato in possesso di marijuana e altre sostanze illegali e due pistole cariche, di cui una rubata.

4. MUSICA E SALUTE MENTALE AL MELTDOWN FESTIVAL

Il 19 giugno i Frightened Rabbit avrebbero dovuto esibirsi al Meltdown Festival. In sostituzione del concerto e in memoria di Scott Hutchison, il leader della band che si è tolto la vita lo scorso 10 maggio, è stato organizzato il dibattito Mental Healt And The Music Industry, con la partecipazione di esperti e psicologi e artisti come Kristin Hersh delle Throwing Muses e Stefan Olsdal dei Placebo. L’organizzazione del festival, diretto quest’anno da Robert Smith, ha spiegato: “L’industria musicale ha visto un numero devastante di perdite negli ultimi anni, e un numero sempre maggiore di musicisti stanno parlando ai media e nelle loro canzoni delle loro battaglie contro la malattia mentale”.

5. IL CARPOOL KARAOKE DI PAUL MCCARTNEY

Sir Paul McCartney che canta in auto con James Corden per le strade della sua Liverpool le canzoni dei Beatles, si fa le foto a Penny Lane, racconta la nascita di Let It Be, fa da guida nella casa della sua infanzia e alla fine fa un vero concerto in un pub. Se non l’avete ancora visto, fatelo subito, pelle d’oca garantita.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.