• 303
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    303
    Shares

La Wild Honey Records è nata “dalla passione per la musica, per il punk­ rock e per l’etica del DIY”, chiamata così per altre due passioni: quella per il miele e quella per i Beach Boys.  Adesso è arrivata al suo decimo anno di vita e lo festeggia con una playlist che vi facciamo ascoltare in anteprima ma che potete anche scaricare.
Ci racconta il fondatore Franz Barcella:

L’etichetta è stata fondata ispirandosi e..guardando con ammirazioni etichette come la Goner, Dusty Medical, Sympathy e Lookout! oltreoceano, Alien Snatch, Screaming Apple e Shake Your Ass in Europa.Quest’ultima è quella che ci ha aiutato a partire, con consigli, contatti ed aiuti logistici (dove stampare i dischi, le copertine…). L’ispirazione generale veniva da tutta quell’epoca pre-internet, quando gli unici media erano l’andare ai concerti e nei negozi di dischi nel week-end.

Fra i successi di questi dieci anni ci sono Mojomatics, Rubinoos, Peawees e Radioactivity, e fra i work in progress Bad Sports, Motel Mirrors (la band di John Paul Keith ed Amy LaVere), i nuovi dischi di Peawees e Midnight Kings, e la ristampa del leggendario disco dei The Visitors.

Qui sotto potete ascoltare la playlist:


  • 303
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    303
    Shares