È morto a 76 anni in seguito a una caduta dalle scale Jim Rodford, bassista dei Kinks per 18 anni, dall’uscita di John Dalton nel 1978 fino al 1996. A dare la notizia è stato Rod Argent, cugino del musicista e leader degli Zombies, in cui Rodford suonava dal 2004: “è con profonda tristezza”, scrive, “che ho appreso che il mio caro cugino e amico di una vita, Jim Rodford, è morto questa mattina dopo una caduta dalle scale. Non si conoscono ancora ulteriori dettagli sull’esatta causa della morte. “Jim non era solo un magnifico bassista ma anche legato inestricabilmente dall’inizio alla storia degli Zombies. La prima persona a cui ho chiesto di unirsi alla band nel 1961 […] Anni dopo fondò insieme a me gli Argent; e poi, per 18 anni, un periodo di grande successo in America per loro, è stato il bassista dei Kinks. Quando io e Colin (Blunstone) ci siamo riuniti per la nostra seconda incarnazione alla fine del 1999, la nostra prima telefonata è stata a Jim. Ci ha dato impegno instancabile, lealtà e un’energia incredibile per diciotto anni, e la nostra gratitudine è incalcolabile. Fino alla fine, la vita di Jim è stata dedicata alla musica […] La sua dedizione è stata ricompensata lo scorso anno con un dottorato alla University Of Hertfordshire. Jim era una persona meravigliosa, amato da tutti. Quando io e Colin, scioccati e senza parole, abbiamo saputo stamattina, Colin ha detto “non ho mai sentito nessuno dire una parola negativa su di lui”. Anche i Kinks lo hanno ricordato sui social: