moonface siinai

A quanto pare la reunion dei Wolf Parade non ha impedito a Spencer Krug di continuare a lavorare su Moonface, il suo alter ego solista: è arrivato ieri l’annuncio di un nuovo album assieme ai finlandesi Siinai, intitolato My Best Human Face e uscirà il prossimo 3 giugno per Jagjaguwar. È la seconda volta che Krug collabora con loro: il loro primo LP assieme, Heartbreaking Bravery, risale al 2012.

Krug ha spiegato così a Stereogum il significato del titolo:

Ho chiamato questo disco My Best Human Face non solo perché è uno dei miei versi preferiti sull’album, ma anche perché a volte non so bene chi sono, o se sono tanto gentile, generoso e felice quanto gli altri. Il titolo si rifà al vago tema della confusione di identità, cucito a maglie larghe nelle canzoni – una cosa di cui mi sono reso conto solo a scrittura terminata. Penso che molti di noi vadano in confusione pensandoci, certo, ma questo non significa che quella confusione debba diventare il fuoco in mezzo al cerchio in cui ci siamo seduti. Non è così importante. In fondo, queste sono canzoni felici che vogliono ispirare lo stesso sentimento nell’ascoltatore. Sono state scritte con gioia, con un testardo amore per la musica al centro. E anche se in parte possono avere contenuti tristi, o pessimisti, i ricordi che abbiamo di quei pezzi ci porta solo gratitudine e contentezza. Ed è la loro costruzione, e non la loro decostruzione, che voglio celebrare ora.

Trovate il primo estratto dall’album, Risto’s Riff, dopo la tracklist.

Inoltre, qualche tempo fa, avevamo intervistato Moonface alla Royal Albert Hall di Londra, dopo la pubblicazione del suo LP per solo piano e voce Julia With Blue Jeans On.

My Best Human Face:

01 The Nightclub Artiste
02 Risto’s Riff
03 Them Call Themselves Old Punks
04 Ugly Flower Pretty Vase
05 City Wrecker
06 Prairie Boy
07 The Queen of Both Darkness And Light