È morto John Garner, pioniere dello stoner nei Sir Lord Baltimore

Date:

sir lord baltimore def

John Garner (a destra nella fotografia), cantante e batterista dei Sir Lord Baltimore – hard rock/proto-metal band newyorkese la cui influenza fu fondamentale per la nascita dello stoner rock – è morto ieri, 7 dicembre, per un’insufficienza epatica. Era in coma da diversi giorni. La notizia arriva da Metal Hammer.

Garner fondò i Sir Lord Baltimore nel 1968 assieme al chitarrista Louis Dambra e al bassista Gary Justin. Il loro esordio, Kingdom Come, venne pubblicato nel 1970. Un self-titled arrivò l’anno successivo. La band si sciolse nel 1976 ma ci fu una breve reunion tra Garner e Dambra nel 2006, culminata nella pubblicazione di un terzo LP: Sir Lord Baltimore III Raw. Fu un album molto diverso dai precedenti, scritto attorno a tematiche cristiane fino ad allora totalmente assenti nel loro stile: nel frattempo Dambra era infatti diventato un pastore.

In un’intervista rilasciata nel 2008 ad House of Rock, Garner rifletteva sul loro ruolo di avanguardisti nella scena musicale dell’epoca: “Eravamo troppo veloci, troppo frenetici, furiosi, comunque tu voglia chiamarlo. La gente ascoltava cose più lente, pachidermiche, come i Black Sabbath o i Grand Funk Railroad.”

E ancora: “La maggior parte della gente si ritrovava in loro per il modo lento in cui suonavano, e quanto era facile riprodurre i loro riff. Noi facevamo un miglio al minuto. Ci sono un sacco di gruppi che, a livello di contenuto, potrebbero tirare fuori quattro o cinque album dai riff contenuti nel nostro primo album.”

Un’altra curiosità: una recensione di Mike Saunders del loro album d’esordio apparsa su CREEM, una rivista americana pubblicata tra il 1969 e il 1989, contiene il secondo uso di sempre del termine “heavy metal” per descrivere un genere musicale. La prima apparizione, sempre in una recensione di Saunders, apparve su Rolling Stone riferita all’LP d’esordio degli Humble Pie, As Safe as Yesterday Is.

Redazione Rumore
Redazione Rumorehttps://rumoremag.com
Rumore è da oltre 25 anni il mensile di riferimento per la cultura alternativa italiana. Musica (rock, alternative, metal, indie, elettronica, avanguardia, hip hop), soprattutto, ma anche libri, cinema, fumetti, tecnologia e arte. Per chi non si accontenta del “rumore” di sottofondo della quotidianità offerto dagli altri magazine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Piu' letti

More like this
Related

RUMORE 100: i 100 dischi essenziali dei cantautori italiani

Rumore 100 è il nuovo progetto editoriale di Rumore e il secondo numero in edicola è dedicato ai 100 dischi essenziali del cantautorato italiano. Al suo interno 200 schede, 100 canzoni e altri 100 titoli indimenticabili

Brian Eno, il nuovo album. Ascolta e guarda il video del singolo There Were Bells

There Were Bells è il primo singolo estratto dal nuovo album di Brian Eno, Foreverandevernomore, in uscita a ottobre

Rumore Week: dal ritiro delle accuse contro Bob Dylan fino all’addetto alla sicurezza al concerto di Kendrick Lamar

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi. Dal 25 al 31 luglio 2022

Guarda il nuovo trailer del film su David Bowie Moonage Daydream

Moonage Daydream, il nuovo documentario su David Bowie diretto...

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

 

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti.

Con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare dati precisi di geolocalizzazione e identificazione tramite la scansione del dispositivo. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori il trattamento per le finalità sopra descritte. In alternativa puoi accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire o di negare il consenso. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi