• 133
    Shares

Tra sogni reali e visioni oniriche, il viaggio di Cucina Sonora diventa il video di Onironauta

Pietro Spinelli è pianista e produttore, ma il progetto Cucina Sonora nasce solo nel 2014, seguito nel 2015 da un primo EP omonimo, con relativo tour in Italia e in Europa. Elettronica e classica contemporanea di fondono in un corpo unico e con Evasione, il suo primo album, che esce nel 2017 per Toys for Kids Records, ritorna sui palchi per un lungo tour. Nel 2020 firma con l’etichetta INRI e con la casa editrice Sugar Music Publishing, con cui pubblica i primi 3 singoli inerenti al tema della notte: Notte, Dormiveglia Onironauta, preludio di un album che uscirà nel 2021. In anteprima su Rumore possiamo guardare il video di dell’ultimo singolo, Onironauta, diretto da Bianca Pizzimenti con gli effetti grafici di Giacomo Lulleri e Nico Rossi.

Lo stesso Pietro racconta i significati del videolip: “Il video del mio brano Onironauta vuole rappresentare appunto il viaggio dell’onironauta, il viaggiatore dei sogni, attraverso illusioni e nuovi mondi, dove si incontrerà/scontrerà con entità di cui non possiamo decifrare alcunché. Esattamente come nei sogni, spesso le azioni sono distaccate dalla nostra stessa volontà, e le sensazioni provate sono in conflitto con quello che ‘realmente’ accade nel sogno. Ogni distinzione nei sogni è ancora meno nitida che nella vita reale. Non resta quindi che godersi l’assurdità di questo viaggio, senza cercare necessariamente una spiegazione”.

È poi il turno della regista, Bianca Pizzimenti, già al lavoro anche sul precedete video Dormiveglia: “Ascoltando il brano ho immaginato, e poi insieme all’artista abbiamo creato, un mondo onirico, dove il suo abitante (il protagonista del video) viaggia in un ‘futuro-passato’, un immaginario creato mixando analogico e digitale per dare un effetto straniante ma noto, una versione dark dei primi set di fantascienza anni ’80, tra effetti 3D e fantascienza vintage. La luce passa da una dimensione onirica, dove è tangibile, e puoi tenerla in mano, alla dimensione della veglia, in cui è accecante e non si può né toccare né raggiungere. L’energia che porta Pietro (Cucina Sonora) sul set è unica, la sua voglia di fare ci ha permesso di lavorare anche in un momento in cui il mondo fuori era fermo, e di andare avanti nonostante tutto

Qua sotto potete guardare Onironauta, in anteprima:


  • 133
    Shares