• 42
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    42
    Shares

Abbiamo selezionato 20 fra gli album più importanti e attesi
in uscita a febbraio.

 

Venerdì 2 febbraio


The Soft MoonCriminal (Sacred Bones)
“Criminale” e vittima, Louis Vasquez fa i conti col suo demone più grande, il senso di colpa, in un “disperato tentativo di trovare sollievo sia confessando i miei misfatti, sia accusando gli altri per il male che mi hanno fatto”.

Venerdì 9 febbraio

MGMTLittle Dark Age (Columbia)
Qualche volta per andare avanti bisogna tornare indietro: “abbiamo scritto come quando eravamo al college, quando pensavamo in terimi di strofa e ritornello. Non volevamo mascherare le nostre influenze pop come Talking Heads, Hall and Oates e la musica degli anni 80”.

Son Lux Brighter Wounds (City Slang)
Fra il precedente Bones e questo Brighter Wounds sono successe tante cose a Ryan Lott e nel mondo: la nascita di un figlio, la morte di un amico, le elezioni americane… lui le ha prese e le ha messe in queste canzoni di “ansia e speranza per un futuro che non è promesso a nessuno”.

Various Artists – Black Panther The Album (Unknown)
Uno di quei casi in cui la colonna sonora è attesa quanto il film se non di più, e non potrebbe essere altrimenti, visti i nomi: curata da Kendrick Lamar, con Jay Rock, SZA, James Blake,  Vince Staples, 2 Chainz, Ab-Soul, The Weeknd… serve altro?

Ezra Furman Transangelic Exodus (Bella Union)
Voleva fare “il più grande disco mai fatto. È l’unica cosa a cui riesco a pensare”. Ambizioni moderate, però almeno rimane un fondo di realismo: non pensa di esserci riuscito, ma pensa di aver fatto un disco “più vivo di tutte le cose che ho fatto in passato”.

Palm Rock Island (Carpark)
Torna il “rock alla rovescia” della band di Philadelphia in un disco fatto “di un linguaggio musicale diverso, sviluppato nel tempo, in isolamento e per necessità. C’è il senso di una scatola musicale con una tensione instabile o una trasmissione disturbata in cui il rumore è preso come segnale”.

HovvdyCranberry (Double Double Whammy)
Lo slowfolk degli Hovvdy è come una tazza di tè sotto la copertina in una domenica pomeriggio di febbraio mentre fuori nevica, è tutto quello di cui c’è bisogno. È un weekend di febbraio, fuori forse nevica, e davvero non ci servirà altro.

Venerdì 16 febbraio

Belle & Sebastian How to Solve Our Human Problems (Matador)
E finalmente possiamo avere il “pacchetto completo”: tutti e tre gli EP della serie, usciti a distanza di un mese uno dall’altro, raccolti in un cofanetto che riunisce le varie anime della band, da quella da camera a quella che si può anche ballare, tutte comunque utili a risolvere i nostri problemi.

Car Seat HeadrestTwin Fantasy (Matador)
Come si dice: non è finita finché non è finita. Nel caso in questione, l’incompiuto era un album autoprodotto nel 2011 che ora torna, rimaneggiato e rimesso a nuovo e diventato quello che secondo Will Toledo è giusto che sia. Finito.

Wild BeastsLast Night All My Dreams Came True (Domino)
Dopo 16 anni di onorata carriera, i Wild Beasts si sciolgono, ma non se ne vanno senza salutare per bene, con un tour d’addio e un nuovo album. “è un po’ come avere un funerale mentre siamo ancora vivi. Possiamo divertirci e andare alla veglia, ma è comunque commovente”.

Loma Loma (Sub Pop)
Il debutto della band nata dall’incontro di Shearwater e Cross Record “rivela un gruppo ossessionato dalle canzoni come “suono”. Ci sono infiniti dettagli da scoprire, è intimo ed espansivo, come guardare un particolareggiato dipinto su una grande tela”.

The OriellesSilver Dollar Moment (Heavenly)
Un Silver Dollar Moment è “qualcosa di inaspettatamente brillante”. Come il debutto “fra ESG e funk, sognanti armonie di archi, disco synth e bongo stoner, inquietanti voci sommerse- tutto questo e altro che scorre come una fontana di fresco indie-pop”.

Venerdì 23 febbraio

FelpaTregua (Sussidiaria)
Dopo Abbandono e Paura, Daniele Carretti (Offlaga Disco Pax) pubblica a nome Felpa Tregua, il terzo capitolo di un’ideale trilogia “che ruota attorno al rapporto con gli altri: “Tregua” è il momento della calma, dell’equilibrio, del ritrovato respiro”.

Insecure MenInsecure Men (Fat Possum)
Il debutto di Saul Adamczewski (Fat White Family) e Ben Romans-Hopcraft (Childhood) si ispira “all’exotica di Arthur Lyman, all’elettropop di Perrey and Kingsley, al songwriting di Harry Nilsson e l’ipnagogica misteriosità di David Lynch”.

One Dimensional ManYou Don’t Exist (La Tempesta International)
L’avevano annunciato molto tempo fa, tanto che sembrava non sarebbe mai arrivato. Invece ecco a sette anni dal precedente, un nuovo album che “è uno spaccato di vita quotidiana nell’oscura contemporaneità in cui insistono le nostre esistenze”.

Black MilkFever (Mass Appeal)
Del suo settimo album, Black Milk dice: “La temperatura di tutti è alta in questo momento. Il mondo intero è in bilico. L’album è il mio punto di vista sui problemi che vedo come la causa di questa febbre, e come mi ci muovo attraverso”.

Starchild & the New RomanticLanguage (Ghostly)
Bryndon Cook, collaboratore di Solange, arriva al debutto solista con un album che “viene da una specifica rottura dolorosa” di una “relazione in cui qualcuno non ha mai saputo o non gli è mai importato chi fossi. Questo è quello che sono musicalmente”.

Renata Zeiguer – Old Ghost (Northern Spy)
Il vecchio fantasma di Renata Zeiguer fluttua fra pop, classica e jazz, Ravel, Debussy, Gershwin, Billie Holiday, Os Mutantes, The Pixies, Yo La Tengo, The Beatles, “nel suono di qualcuno che perde e ritrova se stesso nell’infinita danza di paura e perdono”.

ImarhanTemet (City Slang)
Abbiamo puntato sulla band algerina come uno dei nomi del 2018, e vi abbiamo dato degli assaggi del desert rock contenuto nel secondo album Temet, un titolo che in lingua tamashek significa “connessioni”: quelle che loro pensano che potranno salvarci.


MamuthonesFear On The Corner (Rocket Recordings)
La band dell’ex Jennifer Gentle Alessio Gastaldello torna dopo sette anni con “un grande party dance per eventi molto tristi. Siamo una sorta di orchestra del Titanic che suona e danza mentre la nave affonda. La festa deve andare avanti”.


  • 42
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    42
    Shares