• 190
    Shares

Gli Elius Inferno & The Magic Octagram nascono a Londra nel 2015 dall’unione di due amici musicisti: Donato Guitto, già nei fiorentini Hacienda, ed Elio di Menza, che reclutano poi per il progetto altri artisti della scena fiorentina/londinese come Dead Coast, Go!Zilla, Hacienda, Plastic Man.

La band debutta al Village Underground di Londra come spalla degli Os Mutantes, e continua a esibirsi fra l’Inghilterra e l’Italia, fino a quando decide di registrare un album e si trasferisce in Puglia per una full immersion di 10 giorni al Sudest studio di Guagnano, dove ricevono anche le attenzioni di Alberto Ferrari dei Verdena, che decide di missare il disco. Qui sotto la cover del disco:

E la tracklist:
01. Down Won’t Let You Down
02. Ibis
03. Rain Drops
04. Right To The End
05. Venus Inferno
06. Device
07. Rat In Space
08. Lost Divine

La band sarà anche in tour nei prossimi mesi:

17 /11 – Milano, Serraglio w/Findlay
13/12 – Foggia, Groove
14/12 – Bitonto, TBA
26/12 – Latina, Sottoscala 9
29/12 – Brindisi, Ipogeo
30/12 – Taranto, Bebop

L’album dal titolo Rat In Space uscirà a gennaio via Annibale Records, preceduto dal video Venus Inferno diretto da Pierfrancesco Marinelli, che vi mostriamo in anteprima preceduto da un breve virgolettato della band dove si spiega l’idea dietro al video:

L’idea cerca di riprodurre l’immaginario della canzone ovvero una sorta di incontro col Diavolo che si raffigura a nostra stessa immagine e somiglianza perché, in realtà, è un esame di coscienza dell’individuo verso i suoi vizi, le sue perversioni e i suoi piaceri. Il diavolo cerca di portare così l’individuo sulla retta via ponendosi quindi come il suo salvatore.


  • 190
    Shares