In attesa dell’uscita ufficiale di Veti e Culti, ci ascoltiamo in anteprima il secondo disco della band fiorentina Le Pietre Dei Giganti

La band toscana Le Pietre Dei Giganti giunge al suo secondo album Veti e Culti (via Overdub records), seguito dell’esordio Abissi del 2019. Nel tempo che è intercorso tra i due lavori hanno messo a fuoco sempre di più il loro heavy rock psicotico e acido, accarezzando sempre più derive progressive anni 70 e arrivando a Veti e Culti nella loro dimensione più oscura, noir e visionaria. Raccontano così le motivazioni del titolo:

Il titolo Veti e culti deriva dalla coesistenza fra ciò che mira a imbrigliare e controllare i nostri istinti più bassi e animali e ciò che invece più li esalta e celebra. C’è un gioco di luci e ombre, con la figura misteriosa di copertina che alterna la sua presenza, ergendosi con imponenza dagli alberi, alla sua assenza, nascondendo le proprie reali sembianze

Le loro divagazioni assumono una forza rituale ed esoterica:

L’influenza più grande è stata proprio l’arte di DEM, in bilico tra elementi naturali e spirituali. Le sue maschere e i suoi costumi sono il corrispettivo visivo di quello che abbiamo creato. L’idea del travestimento, personificazione di ciò che non è osservabile a occhio nudo, è un ponte tra il mondo umano e quello ultraterreno

Qua sotto potete ascoltarlo in anteprima, in uscita il 25 febbraio 2022: