• 676
    Shares

Musica, TV e YouTube – Lost in YouTube: l’abitudine di guardare un video su YouTube e poi perdersi in un vortice temporale tra i video consigliati. Ripeschiamo perle perdute o dimenticate nel web.

di Nicholas David Altea

Dei giovanissimi Verdena suonano al programma musicale-culturale su Odeon TV

Dal canale Tape Trading è emerso un live inedito dei Verdena datato 1997, al programma Il Muro, spazio live e in diretta per la musica underground e l’arte, andato in onda di sera tra il 1997 e il 1998. Un programma che rimane nella mente di molti affezionati che all’epoca potevano vedere in tv, sul canale Odeon Tv, nuove leve della musica e dell’arte. Tra i conduttori ricordiamo Massimo Coppola, Petra Loreggian, Mario Nutarelli e Valeria Sgarella.

“Il gruppo più giovane mai venuto a Il Muro”, dice Massimo Coppola dopo l’esecuzione di Dormi (Piano). E in effetti alla batteria c’è un Luca Ferrari sedicenne o poco meno, mentre alla voce (e chitarra) troviamo il fratello Alberto Ferrari e al basso Roberta Sammarelli, nella band solo da un anno. Poi si passa a Fuxia e Corpi, brani che non usciranno nel loro primo omonimo Verdena ma che verranno aggiunti nella ristampa per il ventennale. Nel luglio 1997 il gruppo bergamasco registrerà un demotape – il secondo – nel quale compare anche la canzone Fiato Adolescenziale per la compilation Soniche Avventure della Fridge Records.

Dopo una breve introduzione di Valeria Sgarella, Roberta Sammarelli racconta il suo ingresso nel gruppo in sostituzione di un bassista. E quando si arriva al tanto citato paragone con i Nirvana, durante l’intervista che potete riguardare qua sotto, la stessa Roberta mette le cose in chiaro:

Noi di ‘sta storia ne abbiamo abbastanza piene le palle […]
A me non sembra che assomigliamo così tanto ai nirvana. Se c’è qualcosa che assomiglia, è la voce, ma quella non si può cambiare. Il fatto che siamo in tre… bè non c’entra niente, e ci sono un casino di gruppi che non c’entrano niente col grunge, col rock o il punk.

Poi interviene Massimo Coppola chiedendo quali siano i tratti originali della loro musica e della paternità dei testi. Risponde un giovanissimo Luca Ferrari, batterista:

I testi li scrive lui [Indicando Alberto] e la musica. Noi ci ispiriamo soprattutto a gruppi come Melvins, POnd, Black flag, flipper, mdc, boh… Gaznevada… JOy DIViSION

E qui torna in auge una vera e propria leggenda urbana sui fratelli Ferrari nipoti di un membro dei Gaznevada. “Chi di voi è il nipote di uno dei Gaznevada?”, chiede Massimo Coppola. Sorridendo e ridacchiando, Luca risponde:

Tutti e duE

La faccia di Roberta non dice tutto. Insomma, poi ce lo ha confermato anche a noi di “Rumore”, non c’era nessuno zio nei Gaznevada.

Riguarda quando Peter Hook si ispirò alla musica di Ennio Morricone per Blue Monday dei New Order
Riguarda l’ultima apparizione in tv di Kurt Cobain e i Nirvana alla Rai, poco prima della morte
Riguarda i Nirvana in tour con i Teenage Fanclub mentre aspettano i bagagli in aeroporto
Riguarda i Talk Talk in tv da Mike Bongiorno
Riguarda il concerto di Roma dei Prodigy nel 1997
Riguarda il dietro le quinte del video Firestarter dei Prodigy
Riguarda l’indisponente intervista di Pippo Baudo a Franco Battiato, a Domenica In
Riguarda i Kraftwerk in formato manichini intervistati da Corrado a Domenica In e l’esibizione a Discoring
Riguarda riguarda il docu-concerto e intervista di 40 anni fa dei Devo a Roma


  • 676
    Shares