• 9
    Shares

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 6al 12 luglio 2020

1. STORMZY DECORATORE D’INTERNI

Si chiama Good Guys Initiative, è un’associazione che si occupa di trasformare, gratuitamente, le stanze di ragazzi meritevoli. Stormzy si è unito all’iniziativa per ridecorare la camera di Ishae, un suo fan quindicenne selezionato per il suo buon comportamento a scuola. Durante lo speciale trasmesso dalla BBC, Stormzy ha anche parlato di salute mentale e Black Lives Matter.

2. LA MORTE DI FIONA ADAMS

La fotografa Fiona Adams, autrice fra l’altro dell’iconico scatto di copertina dell’EP dei Beatles Twist And Shout, è morta a causa di un cancro all’età di 84 anni. Oltre ai Beatles, aveva lavorato con artisti come David Bowie, Bob Dylan, Jimi Hendrix e Nico.

3. CINQUE ARRESTATI PER L’OMICIDIO DI POP SMOKE

Tre adulti e due minorenni sono stati arrestati con l’accusa di essere coinvolti nell’omicidio di Pop Smoke, il rapper newyorkese ucciso lo scorso 19 febbraio durante un’irruzione nella sua abitazione di Hollywood Hills. Il 19enne Corey Walker e il 18enne Keandre Rogers sono stati accusati di omicidio, mentre il 21enne Jaquan Murphy di tentato omicidio. I nomi e le accuse a carico dei minorenni non sono stati resi noti.

4. ELON MUSK CAMBIA IDEA SUL SOSTEGNO A KANYE WEST

Era stato il primo a twittare a favore della candidatura a presidente USA di Kanye West, ma a quanto pare Elon Musk ha già cambiato idea: un altro utente gli ha infatti ricordato le idee anti-vax e antiabortiste di Kanye, e la sua risposta è stata: “Potremmo avere più differenze di opinione di quanto mi aspettassi”.

5. IL FONDO DI BEYONCÉ PER LE IMPRESE AFROAMERICANE

Beyoncé ha lanciato tramite la sua fondazione BeyGOOD e in collaborazione la National Association For The Advancement Of Colored People (NAACP), un fondo per sostenere le piccole imprese afroamericane. “Negli ultimi due mesi”, recita il comunicato dell’iniziativa, “la pandemia e le richieste di giustizia in tutta la comunità nera e in tutto il paese sono stati avvertiti in ogni area immaginabile della nostra vita, incluso il modo in cui le nostre attività locali continuano a operare. Le sfide degli imprenditori neri che navigano in questo clima non possono essere sottovalutate, in quanto gli effetti delle rivolte in tutta la nazione hanno portato molte aziende a trovarsi in gravi difficoltà a causa di danni e altre esigenze delle piccole imprese”.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.


  • 9
    Shares