Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 2 all’8 marzo 2019

1. LA MORTE DI ALFRED MCCOY TYNER

“è con il cuore spezzato”, si legge nel comunicato ufficiale, “che annunciamo la scomparsa della leggenda del jazz Alfred ‘McCoy’ Tyner. La sua musica e la sua eredità continueranno a ispirare fa e talenti futuri per le generazioni a venire”. Il pianista aveva 81 anni, ed era celebre soprattutto per aver fatto parte del John Coltrane’s Quartet, con cui aveva suonato in dischi come My Favorite ThingsA Love Supreme. Lasciato il gruppo di Coltrane nel 1965, si era dedicato alla carriera solista, incidendo dischi per le più importanti etichette del genere, Milestone, Blue Note, Impulse. Nel corso della sua lunga carriera ha suonato anche con Sonny Rollins e Stanley Clarke fra gli altri.

2. MUSICA E CORONAVIRUS

Tutti i concerti in Italia fino al 3 aprile, il SXSW e l’Ultra Festival negli Stati Uniti, il Tomorrowland Winter in Francia, ma non solo: la prudenza per il coronavirus sta fermando la musica in tutto il mondo. E anche quando non si annullano eventi, purtroppo diventa l’argomento principale, come è successo in Nuova Zelanda, dove uno spettatore del concerto dei Tool a Auckland è risultato infetto, con relativo rischio di contagio per gli altri presenti. Speriamo che l’emergenza finisca presto e di poter tornare a vedere concerti in tranquillità.

3. CEDRIC BIXLER-ZAVALA VS BETO O’ROURKE

Dopo Chuck D e Flavor Flav, un’altra amicizia musicale rischia di rompersi: Cedric Bixler-Zavala non ha preso affatto bene l’endorsement dell’ex compagno di band nei Foss, ora politico, Beto O’Rourke, supporter di Joe Biden. L’ex Mars Volta si ha espresso invece, come molti suoi colleghi, in favore di Bernie Sanders, e a chi nei commenti gli ha chiesto se il suo post fosse una frecciata contro O’Rourke, ha dato chiaramente a intendere che era proprio così.

Visualizza questo post su Instagram

No thank you Biden.

Un post condiviso da DESTROYER OF CULTS (@cedric_bixler_zavala_) in data:

4. IL NUOVO PROGETTO DI KENDRICK LAMAR

“Non è un’etichetta, uno studio cinematografico, una casa editrice. è qualcosa di nuovo”: così Kendrick Lamar e Dave Free presentano il progetto pgLang, una compagnia di servizi che intende “aiutare i creativi di ogni tipo ad adattarsi ai rapidi cambiamenti nel panorama dei media, aiutandoli a parlare il linguaggio in evoluzione di questa generazione senza dissolversi nel rumore bianco o nella quota di mercato pre-assegnata”.

5. L’AMPLIFICATORE CHE FA RINASCERE LE FORESTE

Si chiama di VAIA CUBE, l’amplificatore passivo (non utilizza energia) nato per ridare vita agli oltre 42 milioni di alberi abbattuti  durante la tempesta in Triveneto nell’ottobre 2018, la più grande catastrofe forestale italiana degli ultimi 50 anni. Pezzi unici, realizzati a mano, col cui acquisto si contribuisce a piantare un nuovo albero e far rinascere così la foresta: la prima piantumazione avverrà a inizio estate 2020, ed è già stato superato l’obiettivo iniziale di 5000 alberi da piantare nei primi 6 mesi dalla nascita del progetto.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.