• 1
    Share

Dieci video, una settimana, la nostra selezione.
Dall’11 al 17 marzo 2019

1. FoalsWhite Onions

I Foals scelgono il minimalismo per presentare il nuovo Everything Not Saved Will Be Lost – Part 1: i due video pubblicati a distanza di pochi giorni mostrano uno (Moonlight) il lato intimista, con una camera fissa su Yannis Philippakis e l’altro, White Onions, quello più rock, con immagini sgranate e sudate della band in studio.

2. Coma_CoseGRANATA

Il video è firmato da Fausto Lama come tutti i precedenti, e la parte tecnica è stata affidata a Crooner Films, anche questi con la band fin dal primo video. Protagoniste tre figure femminili dal corpo blu, lo stesso colore del campo da tennis che fa da sfondo a tutto il video, mentre al cantato si alternano animazioni grafiche, un gatto di peluche a dimensioni umane e maschere allegoriche di Marilyn Monroe.

3. These New PuritansWhere The Trees Are On Fire

“Ho passato un periodo”, racconta Jack Barnett, “in cui sognavo un sacco di musica. Molta era merda – brutto synth pop anni 80 o pub rock – ma questa era la migliore. Poiché ho sognato la maggior parte del testo, non so esattamente di cosa parli, ma credo che abbia qualcosa a che fare con gli estremi della vita, che sia oblio o estasi”.

4. DrahlaStimulus For Living

“Creato dalla band”, spiegano gli inglesi Drahla, il cui album di debutto uscirà a maggio, “Stimulus For Living è una composizione visiva che riflette il contenuto del testo. Basato su idee e pensieri astratti, sfida le percezioni e i format standardizzati”

5. Glen HansardFool’s Game

“La mia unica indicazione per il regista”, spiega Glen Hansard, “è stata Andiamo a Parigi e registriamo una serata fuori. Sapevamo che sarebbe iniziata in un caffè, e andiamo avanti fino al mattino. In pratica, è stata una serata a girare da un posto all’altro, non sembrava di stare lavorando: ovviamente ci siamo ubriacati, abbiamo mangiato, e siamo andati a una festa, poi in un bar, poi in un club, e così via”.

6. PramDoll’s Eyes

“La musica dei Pram spesso evoca un mondo che sta in modo sconcertante fra la nostalgia adulta e il terrore infantile. Per questo brano ho preso letteralmente questi sentimenti! Il concept è diventato, E se avessi fatto questo video quando ero un dodicenne che amava i film di mostri, in super8, scenografia grezza e amici/animali domestici, tutto mischiato con la visione amplificata dell’amore e dell’ossessione di un adolescente?”

7. BibioCurls

“Quando penso agli anni recenti, alcune delle cose che mi sembrano significative sono queste piccole osservazioni ed esperienze, come l’odore della pioggia sulla lana o l’aria fresca catturata dai capelli di una persona dopo aver camminato all’aperto… queste piccole osservazioni mi risuonavano dentro così tanto che valeva la pena menzionarle in una canzone”.

8. PAINTWash

PAINT è il moniker dietro cui si cela Pedrum Siadatian, membro fondatore degli Hallah Las, una nuova identità con cui disegnare bozzetti che esprimono in modo più completo la sua creatività. Wash, il primo singolo dell’album di debutto, è “uno strano ciottolo, pennellato in modi diversi, illuminato da pattern inusuali”.

9. ShuraBKLYNLDN

Semplice e romantico, il video dell’artista britannica, fresca di firma con Secretly Canadian, cita il Bacio di Rodin per “sfidare chi guarda a vedere la vera essenza dell’amore romantico fra due persone, non importa a quale genere appartengano”.

10. FaunessSixteen

“Questo video è una favola postmoderna. È ambientato in quelle ore euforiche del venerdì pomeriggio quando la scuola è appena finita e la libertà apre l’immaginazione a nuove esperienze. Come in tutte le favole, l’esperienza di essere adolescente è molto più dark e funerea di quanto si pensi. Mentre la canzone è un’ode all’invecchiamento, il video omaggia l’intensità dell’avere 16 anni”.


  • 1
    Share