• 174
    Shares

Dopo Skeleton Key e Bleed All Over, Stockholm City Blues è il terzo singolo che anticipa la pubblicazione del nuovo album di Mark Lanegan, Straight Songs Of Sorrow, in uscita l’8 maggio. Il brano parla dei rimorsi provocati dalla dipendenza e come gli altri è basato su episodi della sua vita, raccontata nella nuova autobiografia Sings Backwards And Weep.

“Scrivendo questo libro, non sono arrivato alla catarsi”, dice, “Tutto ciò che ho avuto è stato un vaso di Pandora pieno di dolore e miseria. Sono entrato e mi sono ricordato la merda che ho messo via 20 anni fa. Ma ho iniziato a scrivere questo album nel momento in cui ho chiuso e ho realizzato che c’erano sentimenti profondi perché erano tutti collegati ai ricordi di questo libro. È stato un sollievo tornare all’improvviso alla musica. Poi ho capito che era il regalo del libro: questi brani. Sono davvero orgoglioso di questo album”.  

Dopo il disco con Duke Garwood del 2018, Mark Lanegan, protagonista della nostra copertina di settembre 2018. Nel 2019, invece, insieme ad Alessio Natalizia, aka Not Waving, ha collaborato sotto lo pseudonimo di Dark Mark nel disco Downtelling, uscito ad agosto. Qualche mese dopo ha pubblicato un nuovo album Somebody’s Knocking nell’ottobre 2018. Ha poi lanciato il suo nuovo sito Vault.

In attesa dell’8 maggio ci ascoltiamo il nuovo singolo: Stockholm City Blues.


  • 174
    Shares