Ballo Lento è il nuovo singolo tratto da Invisibile, l’EP in cui Rescue, al secolo Vincenzo di Sarno, affronta la lingua italiana, senza però abbandonare le sonorità anglosassoni dell’album di debutto Silence Here. “Passeggiavo per strada”, racconta Vincenzo, “e c’era una coppia seduta su una panchina che si baciava con una passione immane. Mi colpirono molto perché, sebbene molto giovani, sembrava si conoscessero e stessero insieme da una vita. Per qualche motivo, poche ore dopo, mi sono ritrovato a scrivere quello a cui ho spesso pensato in questi anni. A cosa si direbbero i miei genitori se avessero la possibilità di vedersi e parlarsi ancora una volta. A cosa si direbbe oggi una coppia di innamorati di un tempo, negli anni in cui un abbraccio ed un lento restituivano il segreto dell’universo. Ne è venuta fuori una canzone d’amore che rema contro il tempo e lo spazio. Sembra quasi che certi sentimenti costituiscano oramai degli ingranaggi ancestrali il cui funzionamento, nel contesto generale della vita, lasci il tempo che trova. Credo si tratti di uno dei più gravi errori della nostra generazione”.

Riguardo al video, che più sotto potete vedere in anteprima, racconta: “L’idea da cui si partì per la realizzazione del video fu quella di rappresentare, in modo del tutto figurato ed allo stesso tempo genuino, il passaggio dell’amore in ogni angolo del tempo. Con l’intera troupe di DVISIONZERO, ci trovammo un giorno alle 6:30 del mattino nei pressi di Asciano (in provincia di Siena) ed iniziammo a girare un piano sequenza. Il binario lungo il quale mi muovo non è altro che la vita di ciascuno, così come quella dei nostri padri, dei nostri figli, che scorre lungo gli istanti, i singoli anni, le epoche diverse in cui, a discapito del cambiamento circostante, l’amore è lì a ricordarci quanto un abbraccio possa essere sempre il miglior posto in cui poter stare”.