Il nuovo brano e singolo dal titolo Acqua esce per Ohimeme e si immerge in profonde e distensive atmosfere liquide create dal progetto Ave Quasàr

Ave Quasàr è un progetto creato da Luca Grossi e Fausto Franchini di cui vi avevamo parlato un anno fa in occasione del singolo Miserabile Il Male. Affonda le radici nella migliore elettronica tedesca e inglese degli anni zero, nei coraggiosi dischi dei cantautori italiani anni sessanta e settanta e nelle più belle sperimentazioni e divagazioni della musica strumentale. Ave Quasàr nasce a sua volta dal progetto Sintomi di Gioia, il cui ultimo album è uscito nel 2012 ed è stato prodotto insieme ad Umberto Maria Giardini, con la collaborazione di Cristiano Lo Mele (Perturbazione) e Tony Pagliuca (Le Orme). Il nuovo brano e singolo dal titolo Acqua esce per Ohimeme e si immerge in profonde e distensive atmosfere liquide.

Luca Grossi ci racconta questo nuovo singolo:

Il suono che abbiamo trovato con l’arrangiamento e il mix ha spostato la percezione di questo brano su un piano molto ampio.  È come se avesse allargato la visuale alle immagini che si percepiscono leggendo il testo. Ci sono pensieri brevi e semplici dentro di noi che la musica riesce a trasformare in qualcosa di grande, di importante, al quale riesce ad attribuire un peso. C’è una frase ricorrente che funziona come un ritornello: “tu sei come l’acqua che non ha una casa ma sa dove andare”. È questo il pensiero piccolo ma importante che c’è dietro la canzone.

Il video è un piano sequenza della soggettiva di un nuotatore (Luca durante il lockdown) in una piscina quasi deserta. La canzone, è un pensiero detto ad alta voce. L’acqua diventa metafora di un percorso imprevedibile ma carico di senso, di significato, di logica.  Siamo fatti al 90% di acqua. Veniamo dall’acqua, veniamo tutti da lì. Qua sotto potete guardare in anteprima il videoclip