• 236
    Shares

(La copertina del nuovo libro di Kim Gordon, No Icon, edito da Rizzoli)

Dopo l’ottima biografia Girl In a Band uscita nel 2015, l’ex bassista dei Sonic Youth, Kim Gordon, che recentemente ha pubblicato il primo disco album solista e si è profusa nell’impegno socio politico durate la campagna elettorale di Bernie Sanders, pubblicherà un secondo libro dal titolo No Icon, edito da Rizzoli New York in lingua inglese. Per ora, però, non ci sono aggiornamenti per l’edizione italiana.

L’editore definisce così No Icon:

Un autoritratto visivo tagliente ed evocativo della musicista e artista Kim Gordon, icona culturale indie-underground e musa di stile per quattro decenni.

La cofondatrice dei Sonic Youth è una delle figure più interessanti e influenti di tutta la musica alternativa, e in questo libro, che è una sorta di album di esperienze e ritagli di vita curato e scritto da lei, racconta la sua vita, l’arte e il suo stile. Parte dall’infanzia sulle spiagge da surf californiane negli anni ’60 e ’70, fino alla scena artistica e musicale del centro di New York negli anni ’80 e ’90, dove ha co-fondato i Sonic Youth. Dentro troverete fotografie personali inedite, ritagli di riviste e giornali, editoriali di moda e campagne pubblicitarie, intervallati da testi di canzoni, scritti, opere d’arte, oggetti privati ed effimeri di Kim. Il libro ha inoltre la prefazione scritta dall’amica Carrie Brownstein chitarrista e cantante delle Sleater-Kinney e attrice, la ricorderete sicuramente in Portlandia.

Qua sotto vi lasciamo una playlist delle canzoni dei onic Youth cantate da lei: si parte con Kool Thing.


  • 236
    Shares