In vena di confidenze, dopo aver fatto sapere via instagram di aver completato il nuovo album, Fiona Apple si è aperta in una lunga intervista al New Yorker, parlando fra le altre cose dei suoi disturbi mentali e delle sue dipendenze. Nell’intervista con Emily Nussbaum, la cantautrice americana ha svelato alcuni dettagli del nuovo disco, tra cui il titolo ufficiale, che sarà Fetch the Bolt Cutters e il numero di tracce presenti, 13.

Un episodio curioso a proposito di questo, coinvolge anche Quentin Tarantino e Paul Thomas Anderson, con il quale la cantautrice aveva una relazione: “Apple non si considera un’alcolista”, si legge nell’articolo, “ma per anni ha bevuto vodka da sola, ogni sera, fino a perdere i sensi. Quando andava al frigorifero, lo faceva per un sorso; per lei, il primo passo verso la sobrietà è stato semplicemente prendere coscienza di quell’impulso. Aveva smesso con la cocaina anni prima, dopo aver passato ‘una serata straziante’ a casa di Quentin Tarantino, ad ascoltare lui e Anderson che facevano gli spacconi. ‘ogni drogato dovrebbe essere chiuso in un cinema privato con Q.T. e P.T.A. fatto di cocaina, e non vorrà farlo mai più'”.

Purtroppo, ci lascia con la curiosità sui dettagli della serata.