• 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Dal 2016 Trevor Powers non è più Youth Lagoon, ma non ha smesso di fare musica, e ora torna sulle scene con un nuovo brano pubblicato col suo vero nome, e con la sua etichetta Baby Halo. Nella lettera che vedete qui sopra l’artista spiega che il progetto Youth Lagoon “stava diventando una cella mentale” in cui lui era prigioniero di se stesso, e che ora si sente liberato:

questo progetto è l’inizio di qualcosa di nuovo, non la continuazione di qualcosa di vecchio. Ogni persona viva è pieno di forze in opposizione. Paradossi. Milioni di idee che nuotano in giro e noi le peschiamo una alla volta per agire. Camminiamo su una linea sottile fra calma e caos, e spesso dimentichiamo che non possiamo controllare più di tanto… è in questo spazio che ho passato il tempo a scrivere. Ho imparato che l’amore non può esistere senza incubi, che la pace non può esistere senza dolore.
È in questo spazio che vi presento Playwright.


  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares