• 76
    Shares

A Found History è il progetto della band giapponese di base a Londra Bo Ningen, una serie di raccolte di demo, live, improvvisazioni e rarità che vuole tracciare l’evoluzione del loro sound e le origini della loro produzione, prima dell’uscita del nuovo album in studio, Sudden Fictions, che sarà pubblicato il 26 giugno via Alcopop! Records. “Cluster di organo di Miles Davis”, dice il chitarrista Kohhei Matsuda, “variazioni di temi; connettere Bach e la musica africana attraverso l’espansione del pensiero in contrappunto; una linea di chitarra contiene un’intera storia, come schemi frattali; l’orizzontalità del blues; brutale manipolazione matematica del segnale – così funziona una modulazione ad anello; l’articolazione delle linee di Paul Klee… Cerco sempre di vedere la struttura interna delle cose, ed estrarla – astrarla – in una struttura più chiara. Poi suonare la chitarra. In questo modo rendo omaggio ai grandi del passato”.

Qua sotto, potete ascoltare in anteprima la quinta uscita dei Bo Ningen, Live Recordings 2018-2019 che fa parte di una serie di contenuti inediti differenti che noi insieme a Clash MagazineThe QuietusThe Line Of Best FitUpset e Radio X abbiamo condiviso.

L’ultimo disco della band risale al 2014 e si intitolava Bo Ningen III e, sempre nel 2014, hanno publicato un disco collaborativo con le Savages, dal titolo Words to the Blind.


  • 76
    Shares