• 15
    Shares

Dopo le date del 28 e 29 agosto, gli Algiers saranno di nuovo in Italia a febbraio, per due concerti a Roma e Milano. In questi giorni la band ha anche pubblicato il nuovo brano e video Can the Sub_Bass Speak?, nato in collaborazione con i produttori Randall Dunn (Sunn O))) e Ben Greenberg (Uniform).

“Chi ha l’autorità culturale di designare l’origine e l’autenticità?”, dice il frontman Franklin James Fisher riguardo il nuovo lavoro, “Can the Sub_Bass Speak è un rigurgito frustrato; una ricontestualizzazione; una riappropriazione; uno scudo e uno specchio che proietta nel mondo una vita di linguaggio interpellato radicato nell’ignoranza armata e nel privilegio suprematista. L’improvvisazione è di Sherik al sax tenore e D’Vonne Lewis alle percussioni. La cacofonia di sottofondo traccia l’evoluzione della musica, dell’esperienza e dell’identità afroamericana. Questa non è per gli architetti mercenari: i Jack e le regine delle esperienze sumulate. Questa è per chiunque sia stato messo all’angolo da domande retoriche e insidiose: “da dove vieni?” “che cosa sei?”. Questa è per chiunque si sia visto assegnare e determinare la propria identità dagli agenti del patriarcato. Questa è per i subalterni”. Il video è stato realizzato da Sam Campbell e Farbod Kokabi.

Gli Algiers erano stati protagonisti della cover di Rumore nel numero luglio/agosto 2017, in occasione del loro secondo album, The Underside Of Power.

26/2 – Roma, Monk
27/2 – Milano, Circolo Ohibò


  • 15
    Shares