Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi

di Letizia Bognanni

The Spectacular Empire è ora anche il nome dell’etichetta di Gaika. “The Spectacular Empire”, spiega il producer di Brixton, “funziona come un’infrastruttura per l’arte e la musica black che guardano al futuro, in studio o dal vivo. È un tentativo di esprimere la mia estetica e quella della gente che apprezzo a più livelli possibile”.
La prima uscita della label è un remix di Cleveland degli Algiers.

Non conosce crisi la storia d’amore fra i National e Bob’s Burgers. Dopo due canzoni per il thanksgiving, una natalizia e varie “non festive” come Bad Stuff Happens In The Bathroom, la band di Matt Berninger è tornata a coverizzare un brano della colonna sonora della serie, di nuovo da un episodio della festa del Ringraziamento, il quinto della stagione in corso. Come per i precedenti, niente da invidiare a un vero pezzo dei National.

Anche Russell Simmons nei guai per una storia di molestie. Ad accusarlo, insieme al regista Brett Radner, la modella Keri Claussen Khalighi, che sostiene di essere stata molestata nel 1991. Russell ha respinto le accuse, dichiarandosi fra l’altro sostenitore del movimento #metoo, e in una lunga dichiarazione sull’Hollywood Reporter chiede scusa a tutte le donne che può aver fatto soffrire in passato, pur ribadendo di non aver mai avuto comportamenti violenti e prevaricanti: “Come yogi”, scrive, “credo che le intenzioni siano molto importanti. Il mio intento è sempre venuto da un posto di gioia e piacere. Posso dormire la notte perché so chi sono. E so chi ero. Non ho mai commesso atti di aggressione o violenza in vita mia. Non avrei mai causato paura o sofferenza a nessuno. Per ogni donna del mio passato che posso aver offeso, mi scuso sinceramente. Mi sto ancora evolvendo”.

Una storia più divertente – e anche motivante – quella raccontata da Greta Gerwig al Late Night di Seth Meyers: l’attrice e regista ha rivelato il metodo poco ortodosso con cui ha ottenuto i diritti di tre canzoni per la colonna sonora del suo nuovo film Lady Bird: con delle lettere scritte personalmente agli artisti in questione, cioè Alanis Morissette, Justin Timberlake e Dave Matthews, in cui spiega l’importanza di quei brani per la sua storia. Nel caso in cui stiate girando un film e vi servisse una canzone di cui pensate sia troppo difficile ottenere i diritti, tentar non nuoce.

Scompiglio sui social per l’improvvisa scomparsa della pagina facebook dei Cani. I Cani non ci sono più? Sta per uscire un nuovo album? Cosa sta succedendo? Niente, almeno a dar credito a Niccolò Contessa, che ha spiegato, dalla pagina della 42 Records, che

non vuol dire che sta per uscire nuovo materiale. Non vuol dire che non uscirà più nuovo materiale. Non vuol dire che stiamo per annunciare concerti.Non vuol dire che stiamo per annunciare qualcosa in particolare. Non vuol dire che la band è sciolta. Non vuol dire nulla. Ho semplicemente scelto di chiudere la pagina facebook. È una cosa che avrei voluto fare già da un po’ e avrei voluto farla senza dare nell’occhio visto che non è un atto simbolico né di polemica, sono perfettamente cosciente che proprio su Facebook è iniziata la diffusione del progetto ma ora sentivo il bisogno di passare oltre. Sono piacevolmente sorpreso dall’attenzione che questa mia decisione ha suscitato ma non volevo scatenare assolutamente nulla. Spero che questo chiarisca tutti i dubbi al riguardo.

Continuiamo con i nostri consigli per i regali di Natale: questa settimana pensiamo all’amico/a fan dei Daft Punk, che hanno nel loro shop online del nuovo merchandise festivo, per esempio delle palline per l’albero a forma di casco, e una sobria sfera con la neve che si illumina.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.