Rumore Week: da Crosby Stills e Nash contro Spotify alla guarigione di Chad Gilbert dei New Found Glory

Date:

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 31 gennaio al 6 febbraio 2022

TUTTI (QUASI) CONTRO SPOTIFY

Dopo Joni Mitchell, anche altri artisti hanno preso le parti di Neil Young e deciso di lasciare Spotify: fra loro anche Crosby Stills e Nash, che scrivono su twitter: “Sosteniamo Neil e siamo d’accordo con lui sul fatto che viene trasmessa una pericolosa disinformazione con il podcast di Joe Rogan su Spotify. Anche se consideriamo sempre punti di vista alternativi, diffondere consapevolmente disinformazione durante questa pandemia globale ha conseguenze mortali. Fino a quando non verrà intrapresa un’azione reale per dimostrare che la preoccupazione per l’umanità è equilibrata con gli affari, non vogliamo che la nostra musica – o la musica che abbiamo fatto insieme – si trovi sulla stessa piattaforma”. Anche Nils Lofgren e India.Arie sono fra gli artisti che si sono schierati con Young, ma non sono mancati anche i messaggi di sostegno a Rogan, fra cui quello di Jewel.

LA CAUSA DEGLI ALL TIME LOW

Gli All Time Low hanno intentato una causa per diffamazione dopo le accuse anonime di molestie sessuali mosse lo scorso anno contro il chitarrista Jack Barakat. Il quartetto starebbe cercando di conoscere l’identità delle persone dietro tre account social anonimi che si sono fatti avanti in ottobre con accuse che i compagni di band hanno già dichiarato essere “assolutamente e inequivocabilmente false”: la prima, in un TikTok ora cancellato, sosteneva di essere stata invitata quando aveva 13 anni nel tour bus della band, che le avrebbe offerto dell’alcol e chiesto di poter tenere il reggiseno per la loro “sporca collezione”.

L’EX MUMFORD & SONS WINSTON MARSHALL DIVENTA BLOGGER

Dopo essere uscito dai Mumford & Sons a causa delle sue idee vicine all’estrema destra, il banjoista Winston Marshall ha trovato un nuovo lavoro come editorialista e podcaster. Nemmeno a dirlo, fra le altre cause che porta avanti c’è difesa di Joe Rogan e Spotify.

L’OPERAZIONE DI BILLY IDOL

Billy Idol è stato costretto a rinunciare ai concerti in supporto ai Journey, poiché sarà sottoposto a un intervento chirurgico per un’infezione sinusale cronica. “Sono assolutamente distrutto dal fatto che non sarò in grado di esibirmi nelle prossime date con i Journey come previsto”, ha detto in un comunicato stampa. A sostituirlo saranno i Toto.

CHAD GILBERT CANCER FREE

Buone notizie per Chad Gilbert dei New Found Glory, che sui social ha fatto sapere di essere “mezzo fegato, cistifellea e una ghiandola surrenale dopo, ufficialmente libero dal cancro. Il mio endocrinologo, chirurgo e oncologo hanno collaborato su e rimosso il mio feocromocitoma in modo più rapido ed efficiente di quanto i Vendicatori potessero sconfiggere Thanos in Infinity War”.

[td_smart_list_end]

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Piu' letti

More like this
Related

RUMORE 100: i 100 dischi essenziali dei cantautori italiani

Rumore 100 è il nuovo progetto editoriale di Rumore e il secondo numero in edicola è dedicato ai 100 dischi essenziali del cantautorato italiano. Al suo interno 200 schede, 100 canzoni e altri 100 titoli indimenticabili

Brian Eno, il nuovo album. Ascolta e guarda il video del singolo There Were Bells

There Were Bells è il primo singolo estratto dal nuovo album di Brian Eno, Foreverandevernomore, in uscita a ottobre

Rumore Week: dal ritiro delle accuse contro Bob Dylan fino all’addetto alla sicurezza al concerto di Kendrick Lamar

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi. Dal 25 al 31 luglio 2022

Guarda il nuovo trailer del film su David Bowie Moonage Daydream

Moonage Daydream, il nuovo documentario su David Bowie diretto...

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

 

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti.

Con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare dati precisi di geolocalizzazione e identificazione tramite la scansione del dispositivo. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori il trattamento per le finalità sopra descritte. In alternativa puoi accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire o di negare il consenso. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi