• 232
    Shares

Ferruccio Quercetti è un personaggio e musicista centrale del garage rock italiano. I bolognesi CUT – che qui avevamo intervistato – sono la trasposizione di quel suono sudato e viscerale che sopravvive non di hype ma di coerenza e amore. Ma Ferruccio Quercetti da più di venti anni voce e chitarra della band, ha anche un progetto solista dal nome didascalico e intuitivo, Ferro Solo.

Qualche tempo fa vi avevamo fatto ascoltare un estratto dal suo primo disco, Almost Mine: The Unexpected Rise and Sudden Demise of Fernando (Pt. 1). Come è giusto che fosse è arrivata una seconda parte di questa esperienza in solitaria, Almost Mine: The Unexpected Rise and Sudden Demise of Fernando (Pt. 2), in uscita il 18 Ottobre su RIFF Records, così definito: “Il nuovo disco si pone in evidente continuità con l’esordio di Ferro Solo e riprende il racconto lasciato in sospeso alla fine della Part 1. Realizzati nel corso delle stesse session di registrazione, i due album sono infatti parte di un progetto unico, pur nella varietà degli spunti musicali che li caratterizzano e nonostante la capacità di ciascun LP – e di ciascun brano
– di vivere di vita propria”

Simone Romei aka Des Moines, Ulisse Tramalloni dei Julie’s Haircut e le basi strumentali sono state incise dai Fernandos, la band di Ferro Solo composta da Sergio Carlini (Threesecondkiss, Yaguar), Davide Montevecchi (Chow), Riccardo ‘Frabbo’ Frabetti (Chow) e Francesco ‘Salo’ Salomone (Forty Winks).

Il disco potete ordinarlo sul Bandcamp dell’etichetta, mentre qua in basso lo potete ascoltare in anteprima.


  • 232
    Shares