“Avevamo lasciato la band del Sergent Pepper che suonava nei suoi soleggiati Campi Elisi e ora ci conduce verso nuove direzioni senza una mappa”. Lo dice Paul McCartney nell’introduzione scritta per le nuove uscite del White Album, il disco dei Beatles – ufficialmente intitolato semplicemente The Beatles uscito il 22 novembre 1968. In occasione di questo cinquantennale, il prossimo 9 novembre, a seguire quella realizzata nel 2017 per i 50 anni di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band verrà resa disponibile una serie di edizioni dell’album con le 30 tracce presentate in un nuovo mix stereo e surround 5.1 realizzati agli Abbey Road Studios dal produttore Giles Martin e dal mix engineer Sam Okell, affiancate da 27 demo acustiche e 50 versioni alternative, la maggior parte delle quali mai pubblicate prima d’ora. “Nel remixare il “White Album” abbiamo cercato di avvicinarci il più possibile ai Beatles in studio di registrazione”, spiega Giles Martin, “Abbiamo rimosso gli strati della “Glass Onion” con la speranza di far immergere vecchi e nuovi ascoltatori in uno degli album più vari e stimolanti mai realizzati”. L’approccio dei Beatles alla registrazione del “White Album” fu molto diverso da quello che avuto per Sgt. Pepper: “Piuttosto che sovrapporre singole parti sovraincise su un nastro multitraccia, molte delle parti vennero registrate su nastro a quattro e otto tracce come nelle esibizioni dal vivo di un gruppo con una voce solista. I Beatles spesso registravano “take after take” per una canzone, come dimostra la Take 102 di Not Guilty, un brano che non venne incluso nell’album e che ora è presente nell’edizione Super Deluxe. Questo stile di registrazione “dal vivo” ha portato ad un album meno complicato, più sfrenato, che avrebbe cambiato il corso della musica rock e segnato la direzione per il punk e l’indie rock”.
Le versioni sono:

Edizione Super Deluxe integrale in 7 dischi e digitale:
CD 1 & 2: The BEATLES (‘White Album’) 2018 stereo mix dell’album
CD3: Esher Demos
– le tracce dalla 1 alla 19 sono state ordinate in base alla sequenza dei brani nell’album. Le tracce dalla 20 alla 27 non vennero inserite nel disco.
CD 4, 5 & 6: Sessions
– 50 registrazioni aggiuntive dalle session del “White Album”, la maggior parte delle quali mai pubblicate prima d’ora, tutte appositamente mixate dagli originali nastri da 4 e 8 tracce e messe in sequenza secondo l’ordine cronologico di registrazione.
Blu-ray:
– 2018 stereo mix dell’album in alta risoluzione
– 2018 DTS-HD Master Audio mix 5.1 dell’album
– 2018 Dolby True HD mix 5.1 dell’album
– 2018 direct transfer dell’originale mix mono dell’album

Edizione Deluxe in 3 CD:
CD 1 & 2: The BEATLES (‘White Album’) 2018 stereo mix dell’album
CD3: Esher Demos

Vinyl Box Set (limited edition) in 4LP in vinile da 180 grammi:
LP1 & 2: The BEATLES (‘White Album’) 2018 stereo mix dell’album
LP3 & 4: Esher Demos

Standard 2LP in vinile da 180 grammi:
LP1 & 2: The BEATLES (‘White Album’) 2018 stereo mix dell’album
The BEATLES (‘White Album’) 2018 stereo mix