• 17
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    17
    Shares

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 2 all’8 aprile 2018

1. IL SOGNO DI STEVIE WONDER

Il 4 aprile, alle 7:05, esattamente cinquant’anni dopo l’assassinio di Martin Luther King, Stevie Wonder ha postato un video in cui tantissimi artisti – fra gli altri, SZA, Bruce Springsteen, Mark Ronson, Mary J. Blige, Paul McCartney… – dichiarano il loro “I have a dream” per un mondo migliore. Tanta speranza e anche un po’ di tristezza per il fatto che, cinquant’anni dopo il ’68, l’uguaglianza, la pace e la giustizia siano ancora cose da sognare.

2. ST VINCENT VS METALLICA

Vi infastidiscono i ragazzini che indossano le t-shirt delle rock band comprate da H&M? Anche a St Vincent. Che ha twittato: “Voglio essere il tipo di stronza che vede un ragazzino fashion con una t-shirt vintage dei Metallica e pretende che sappia cantare almeno una canzone da Ride the Lightning”. Ai diretti interessati, invece, la cosa non dà fastidio, anzi: i Metallica hanno risposto: “lasciamoli in pace se non sanno le parole di Escape”. D’altronde già l’anno scorso James Hetfield si era espresso sulla spinosa questione, affermando: “quando vedo un ragazzino per strada coi genitori che indossa una maglietta dei Metallica, che ci abbia mai ascoltao oppure no, è una dichiarazione, capisci? È una dichiarazione, quindi mi piace”.

3. MELODY PROCHET E L’INCIDENTE

Quello che uscirà a giugno potrebbe essere l’ultimo album di Melody’s Echo Chamber per un po’ di tempo: parlando dell’incidente di cui recentemente è stata vittima – ma sempre senza entrare nei dettagli – Melody Prochet ha detto di non aver scritto nuova musica da allora, e di aver voglia di godersi altri aspetti della vita: “Avevo bisogno di una pausa da quel tipo di passione e ossessione per la musica. Di aprire altri orizzonti! Viaggiare per il mondo e far delle vere escursioni è un mio nuovo sogno. C’è sempre musica dentro di me. Forse la lascerò lì per un po’”.

4. IL TOUR BUS ACCESSORIATO DEI MIGOS

Non sono stati arrestati ma potrebbero passare qualche guaio i Migos, beccati dalla polizia del North Carolina con 420 grammi di marijuana, 600 di codeina e alcune pillole di Xanax sul tour bus, perquisito dopo che alcuni addetti alla sicurezza del concerto che il gruppo stava tenendo in un’università del posto avevano sentito odore di marijuana.

5. LA CANZONE DI FRANCES BEAN COBAIN

Altro triste anniversario della settimana, quello della morte di Kurt Cobain, e come ogni anno non sono mancati gli omaggi sui social, fra i quali quello degli altri Nirvana, che hanno postato un semplice “ci manchi”, di Courtney Love, con una foto del marito che tiene in braccio una piccola Frances Bean, e soprattutto di quest’ultima, che ha postato su Instagram, e rimosso il giorno seguente, qualche secondo di una canzone inedita, il cui testo recita: “I think I saw you when I was small/ I think I found you/ A penny for your good thoughts/ I think I found you/Jesus hangs in your place on the cross/ All these hinges become unscrewed/ Heaven knows it was a cage on earth”. Il brano, ha scritto la Cobain, “non ha ancora un titolo perché è solo una canzone appena nata”.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.


  • 17
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    17
    Shares