sun-kil-moon-war-on-drugs

Come aveva preannunciato qualche giorno fa, Mark Kozelek ha effettivamente composto una canzone intitolata War On Drugs: Suck My Cock in seguito agli incidenti delle passate settimane che avevamo riassunto qua. Il pezzo è in streaming su Pitchfork. Dura sette minuti, e oltre a parlare della band di Philadelphia tira in mezzo anche il concerto al festival Hopscotch in cui aveva chiamato il pubblico “hillibilly del cazzo”.

Kozelek insulta anche Allison Hussey, giornalista di Indy Week che trattò il concerto dell’Hopscotch per prima, chiamandola “una sorta di blogger teppistella puttana ricca e viziata”. Definisce i War On Drugs “gentili”, ma anche “la band più bianca che abbia mai sentito”. E che “Gli ci sono voluti nove cazzo di anni per fare tre album. Quello qua sotto è il testo, tradotto.

Eravamo sul palco e ho sentito un classico giro di batteria
Era più di 100 decibel, arrivava dall’altra parte della collina
Si stava facendo piuttosto alto, ho chiesto chi fossero
E un tizio con un k-way mi ha risposto, “Sono i War On Drugs”.
Sembrava rock basilare, alla John Fogerty,
E ho detto “La prossima canzone si chiama ‘I War On Drugs possono succhiarmi il cazzo.'”

Succhiatemi il cazzo, War On Drugs.

Stavamo suonando a Chapel Hill
Per un branco di paesanotti ubriachi, e c’era puzza di cibo per maiali.
I microfoni non funzionavano, allo staff non fregava un cazzo,
Il pubblico si stava facendo fuori controllo e gli ho detto di stare zitti, cazzo.

Tutti voi redneck, state zitti, cazzo.

Qualcuno si è offeso e ha scritto una stronzata,
Una sorta di blogger tppistella, puttana, ricca e viziata
E ha postato dei graffiti lasciati da un qualche ritardato
Pensava che il mio vero nome fosse Sun Kil Moon, che testa di cazzo

Ho incontrato i War On Drugs stasera e sono piuttosto gentili
Ma i loro capelli sono lunghi e oleosi, spero non abbiano i pidocchi.
Li ho ascoltati fare il soundcheck e, assieme ai Byrds,
Sono decisamente la band più bianca che abbia mai ascoltato.

La band più bianca che abbia mai ascoltato sono i War On Drugs.

C’è qualcos’altro!

Stasera suoneranno al Fillmore e hanno fatto soldout,
Anche i tamarri sono persone, e questa è la loro grande serata.
Hanno fumato una canna coi loro amici mentre arrivavano in macchina,
Stasera faranno rock ascoltando un po’ di chitarra solista da pubblicità.

Ai tamarri piace ascoltare i War On Drugs

War On Drugs, succhiatemi il cazzo / War On Drugs, rock da pubblicità di birra

Ai War On Drugs piacciono i Fleetwood Mac
Ai War On Drugs piace John Mellencamp
Facciamo un urlo per i War On Drugs
Ai War On Drugs ci sono voluti nove cazzo di anni per fare tre album.

Potete ascoltare il brano qua sotto.