Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 17 al 23 febbraio 2019

1. LIAM GALLAGHER VS AGNELLI

Il Manchester City è stato escluso dalle competizioni internazionali per i prossimi due anni, e potrebbero essergli revocati i titoli conquistati negli ultimi anni, per aver violato il Fair Play Finanziario. In Inghilterra infuria la polemica, e non poteva mancare il tweet dell’illustre tifoso Liam Gallagher, che ha individuato i responsabili del “complotto” ai danni della sua squadra del cuore: fra i cinque nomi, c’è anche il presidente della Juve nonché membro del comitato esecutivo UEFA Andrea Agnelli.

2. NEIL YOUNG VS TRUMP

Neil Young aveva dichiarato di aver voluto diventare cittadino americano anche per poter votare contro Trump, ma non ha aspettato le elezioni per andarci ancora giù duro con il presidente: in una lettera aperta pubblicata sul suo sito, scrive fra le altre cose: “sei una disgrazia per il mio paese. La tua scellerata distruzione delle nostre risorse naturali, dell’ambiente e delle nostre relazioni con gli amici di tutto il mondo è imperdonabile. Keep On Rockin’ In The Free World non è una canzone che puoi esibire ai tuoi comizi. Forse saresti potuto essere un bassista e suonare in una rock band. Ogni volta che Keep On Rockin’ In The Free World o un’altra delle mie canzoni viene suonata a un tuo evento spero che tu senta la mia voce. Ricorda che è la voce di un cittadino che paga le tasse che non ti supporta. Voteremo contro di te e renderemo l’America di nuovo grande”.

3. I TORONTO BLUE JAYS E LA US ARMY BAND OMAGGIANO NEIL PEART

Anche il mondo dello sport, e perfino l’esercito, hanno ricordato Neil Peart, il batterista dei Rush scomparso lo scorso gennaio: durante gli allenamenti della sua squadra di baseball, il ricevitore Caleb Joseph ha eseguito un assolo di air drum, accompagnato dall’applauso dei compagni. Più professionale la cover di Time Stand Still realizzata dalla band dell’esercito degli Stati Uniti. “Il testo di questa canzone”, ha spiegato il sergente Tim Whalen, “mi è sempre entrato nel profondo, e mostra il cuore di Neil”.

4. IL CONCERTO TRIBUTO A GINGER BAKER

Un altro grande batterista scomparso, Ginger Baker dei Cream, è stato omaggiato, in questo caso con un concerto che si è svolto all’Eventim Apollo Hammersmith di Londra. Eric Clapton and Friends — A Tribute to Ginger Baker ha visto la partecipazione fra gli altri di  Roger WatersRonnie Wood, Kenny Jones, Nile RodgersSteve Winwood, e del figlio di Baker, Kofi.

5. LE CENERI SPARSE AL CONCERTO DEI MR.BUNGLE

Dove vorreste che venissero sparse le vostre ceneri quando arriverà il giorno? Se siete appassionati di musica, magari al concerto della vostra band preferita, come è successo al giovane Dakota Young, scomparso improvvisamente dopo aver comprato un biglietto per il concerto dei Mr. Bungle di Mike Patton: un amico ha portato con sé le sue ceneri e le ha lanciate sul palco (avvolta in un paio di boxer).

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.