theresa wayman warpaint

UPDATE: La Wayman ha pubblicato su Facebook una lunga nota in cui motiva le sue parole, si scusa per il tono crudo con cui le sue parole sono state pubblicate dando all’intervistatore parte della colpa per il risultato ma affermando anche di aver avuto “la bocca larga”. La Wayman dice inoltre di non voler assolutamente iniziare una guerra, e che lei e le sue compagne di band “finirebbero schiacciate come piccole mosche”.

In un’intervista a Q Magazine, Theresa Wayman delle Warpaint (che hanno da poco condiviso due nuovi video in supporto al loro self-titled uscito l’anno scorso) ha usato parole non proprio amichevoli nei confronti di Rihanna, Beyoncé e dell'”iper-sessualizzazione” del pop. Ha usato il termine “troia” per parlare di Beyoncé e ha criticato l’approccio artistico di Rihanna.

“Ogni canzone sull’ultimo album di Beyoncé la vede praticamente comportarsi da troia, e non ha assolutamente bisogno di farlo”, ha detto la Wayman, “dato che è splendida e fottutamente piena di talento. E fanno sembrare il tutto come se fosse una liberazione per il genere femminile!” Riguardo a Rihanna, invece, la Wayman ha dichiarato, “Ha una voce fuori di testa, avrebbe potuto fare qualcosa di molto più sottile e con un valore artistico maggiore”.

Qua sotto potete guardare una performance dal vivo di Bees, tratta da The Fool, primo album della band.