Home Speciali Liste e classifiche Rumore Week: dai Metallica protagonisti di Stranger Things a Billie Joe Armstrong...

Rumore Week: dai Metallica protagonisti di Stranger Things a Billie Joe Armstrong che non vuole più essere americano

0

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi.
Dal 4 al 10 luglio 2022

1 I METALLICA NEL SOTTOSOPRA

Dopo Kate Bush è toccato ai Metallica e alla loro Master Of Puppets essere protagonisti di un’epica scena di Stranger Things 4 e di conseguenza di un aumento degli streaming. La band ha espresso la sua gratitudine duettando con Eddie Munson lui attraverso la magia di TikTok.

@metallica #duet with @netflix Eddie, this is for you! #StrangerThings #StrangerThings4 #MasterOfPuppets #EddieMunson #Netflix ♬ original sound – Netflix

2 IL MALORE DI SANTANA

Carlos Santana ha posticipato sei date del suo tour “per estrema precauzione” dopo che durante un concerto in Michigan era svenuto a causa della disidratazione. Il manager Michael Vrionis, ha fatto sapere che “sta andando tutto bene ed è ansioso di tornare presto sul palco. I medici tuttavia hanno raccomandato che si riposi per riprendersi completamente”.

3 BILLIE JOE ARMSTRONG E LA CITTADINANZA AMERICANA

“Fanculo l’America, sto rinunciando alla mia cazzo di cittadinanza. Sto venendo qui, cazzo. C’è troppo stupido cazzo nel mondo per tornare a quella miserabile scusa per un paese”: l’intenzione di rinunciare alla cittadinanza americana è stata dichiarata da Billie Joe Armstrong durante il concerto dei Green Day a Londra. Il motivo, come si può immaginare, è la decisione della Corte Suprema di ribaltare la sentenza Roe v. Wade e limitare così l’accesso delle donne a un aborto sicuro.

4 MACY GRAY VS LE DONNE TRANS

Durante un’intervista con Piers Morgan, Macy Gray si è inimicata la comunità trans: “tutta questa storia di lui/lei sta diventando confusa, ha detto, “dirò questa cosa e tutti mi odieranno, ma, come donna: solo perché vai a cambiare le tue parti intime, questo non fa di te una donna. Ad esempio, se vuoi che ti chiami ‘lei’, lo farò, perché è quello che vuoi. Ma questo non fa di te una donna, solo perché ti chiamo ‘lei’ e solo perché hai subito un intervento chirurgico”. Quando Morgan le chiede di definire “donna”, la cantante risponde: “Un essere umano con le tette. Che ne dici di iniziare da lì?. E che ha una vagina”, per finire difendendo le posizioni di J.K. Rowling: “non penso che dovresti essere chiamato transfobico solo perché non sei d’accordo. C’è molto giudizio e lapidazione contro le persone solo perché dicono le cose come stanno”.

5 LA CHITARRA ANTI CANCEL CULTURE DI DAN DONEGAN

Il chitarrista dei Disturbed Dan Donegan ha un nuovo strumento personalizzato, una chitarra con le parole “Fuck Cancel Culture” nello stile del logo Coca-Cola. Il frontman David Draiman ha condiviso l’immagine della chitarra sul suo account Twitter scrivendo di “non poter essere più orgoglioso” del suo compagno di band, “Perché credo nella libertà di parola e di espressione, anche per coloro con cui non sono d’accordo”.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

 

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti.

Con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare dati precisi di geolocalizzazione e identificazione tramite la scansione del dispositivo. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori il trattamento per le finalità sopra descritte. In alternativa puoi accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire o di negare il consenso. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Questi cookie ci consentono di contare le visite e le sorgenti di traffico, quindi possiamo misurare e migliorare le prestazioni del nostro sito.

Monitoriamo in forma anonimizzata gli accessi a questo sito.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Questi cookie sono impostati attraverso il nostro sito dai nostri partner pubblicitari.

Usiamo Google AdSense per mostrare pubblicità online sul nostro sito web.
  • _tlc
  • _tli
  • _tlp
  • _tlv
  • DSID
  • id
  • IDE

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Exit mobile version