Home Speciali Liste e classifiche Rumore Week: dal ricovero di Travis Barker alla Barbie Bowie

Rumore Week: dal ricovero di Travis Barker alla Barbie Bowie

0

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi.
Dal 27 giugno al 3 luglio 2022

1 TRAVIS BARKER IN OSPEDALE

Travis Barker ha rassicurato i fan sulle sue condizioni di salute: il batterista era stato ricoverato d’urgenza per quella che poi si è rivelata essere una pancreatite. “Sono andato a fare un’endoscopia lunedì e stavo benissimo”, scrive, ma dopo cena ho iniziato ad avvertire un dolore tremendo e sono ricoverato da allora. Durante l’endoscopia mi hanno rimosso un piccolo polipo in un punto molto sensibile e sfortunatamente la cosa ha danneggiato un tibo di drenaggio del pancreas. Il risultato è stato una grave pancreatite potenzialmente letale. Sono molto grato che grazie alle cure intensive sto molto meglio”.

2 LA CAUSA DELLA MORTE DI ANDY FLETCHER

Un mese dopo l’improvvisa scomparsa di Andy Fletcher, i Depeche Mode hanno reso nota la causa della morte del tastierista: “Vogliamo prenderci un momento per ringraziarvi per l’amore per Andy che abbiamo visto da parte vostra in queste settimane”, scrivono Dave Gahan e Martin Gore, “è incredibile vedere tutte le vostre foto, leggere le vostre parole e vedere quanto Andy significasse per tutti voi. Come potete immaginare sono state settimane a dir poco strane, tristi e disorientanti per noi. Ma abbiamo visto e sentito tutto il vostro amore e il vostro supporto, e così la famiglia di Andy. Un paio di settimane fa abbiamo ricevuto i risultati dell’autopsia, che la famiglia di Andy ci ha chiesto di condividere con voi adesso. Andy è stato colpito da una dissezione aortica mentre era a casa il 26 maggio. Perciò, anche se è successo davvero troppo presto, è morto per cause naturali e senza soffrire a lungo. Abbiamo fatto una celebrazione della vita di Andy a Londra la settimana scorsa, che è stata una bellissima cerimonia, con qualche lacrima ma piena dei bei ricordi di chi era Andy, storie dei nostri momenti insieme, e qualche bella risata. Andy è stato celebrato in una stanza piena di amici e familiari, la nostra famiglia DM, e tante persone che hanno toccato la sua e la nostra vita nel corso degli anni. Stare tutti insieme è stato un modo molto speciale di ricordare Andi e dirgli addio. Grazie per tutto l’amore che avete dimostrato a Andy, alla sua famiglia e ai suoi amici nelle ultime settimane. Significa davvero moltissimo per noi. Andy, ci mancherai ma certamente non ti dimenticheremo”.

3 LA BARBIE BOWIE

Per i 50 anni di Hunky Dory, Mattel lancia sul mercato una nuova Barbie in edizione limitata con il look sfoggiato da David Bowie nel video di Life On Mars? “Barbie nei panni di Bowie indossa un’autentica replica dell’abito azzurro polvere dell’icona del leggendario video di Life On Mars? e un’acconciatura ispirata al suo momento glam degli anni 70. La bambola Barbie di David Bowie offre agli appassionati di musica e ai collezionisti di bambole qualcosa di cui cantare!”

4 18 ORE DI KILLING IN THE NAME

“Kiss FM sta cambiando e purtroppo siamo stati informati che non faremo parte di questo nuovo capitolo della sua storia. Siamo molto grati a tutti gli ascoltatori, anzi agli amici, che hanno scelto di trascorrere le loro mattine con noi e ci hanno accolti nella loro vita”. Poco dopo questo messaggio di due ex dj, la radio statunitense Kiss FM ha iniziato a trasmettere in loop Killing In The Name dei Rage Against The Machine, unico brano che gli ascoltatori hanno potuto sentire per 24 ore. Il mistero è stato svelato il giorno seguente, quando la radio, prima specializzata in pop e soft rock, ha cambiato nome e genere ed è ora SONiC – The New Alternative.

5 R KELLY CONDANNATO A 30 ANNI

R Kelly è stato ritenuto colpevole delle accuse di traffico sessuale e sfruttamento di minori e condannato a 30 anni di carcere. Kelly è stato accusato non solo di usare la sua posizione e la sua fama per attirare potenziali vittime, ma anche di avere un’ampia rete di facilitatori e yes-men tramite i quali controllava le vittime proteggendosi dalle conseguenze. “Questi crimini sono stati calcolati, pianificati con cura e regolarmente eseguiti per quasi 25 anni”, ha detto il giudice, “Hai insegnato loro che l’amore è schiavitù e violenza”.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

 

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti.

Con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare dati precisi di geolocalizzazione e identificazione tramite la scansione del dispositivo. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori il trattamento per le finalità sopra descritte. In alternativa puoi accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire o di negare il consenso. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Questi cookie ci consentono di contare le visite e le sorgenti di traffico, quindi possiamo misurare e migliorare le prestazioni del nostro sito.

Monitoriamo in forma anonimizzata gli accessi a questo sito.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Questi cookie sono impostati attraverso il nostro sito dai nostri partner pubblicitari.

Usiamo Google AdSense per mostrare pubblicità online sul nostro sito web.
  • _tlc
  • _tli
  • _tlp
  • _tlv
  • DSID
  • id
  • IDE

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Exit mobile version