Home Speciali Liste e classifiche Rumore Week: da Bruce Dickinson positivo al Covid al concerto senza regole...

Rumore Week: da Bruce Dickinson positivo al Covid al concerto senza regole di Salmo

0

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 9 al 15 agosto 2021

1 BRUCE DICKINSON POSITIVO AL COVID

La scorsa settimana, Bruce Dickinson ha posticipato le ultime due date del suo tour nel Regno Unito perché un membro della sua famiglia era risultato positivo al Covid-19. Tornato a casa per la quarantena, il leader degli Iron Maiden dopo qualche giorno ha iniziato ad accusare alcuni sintomi, e ha scoperto di essere anche lui positivo. “Ho pensato, ‘Oh beh, merda’”, ha raccontato, “Starnutivo un po’. Per un paio di giorni mi sono sentito un po’ intontito, un po’ come l’influenza, e basta. E ho 63 anni, non ho dubbi che se non avessi fatto il vaccino, potrei essere in guai seri”. Riguardo al vaccino, in particolare all’obbligo per il pubblico dei concerti, ha aggiunto: “È una scelta personale. Personalmente, penso che le persone siano solo molto mal consigliate se non vanno a farsi la doppia dose il più velocemente possibile, non per poter andare ai concerti, ma per la loro salute. Detto questo, anche se sei vaccinato puoi comunque prendere il Covid, e quindi puoi diffonderlo ad altre persone che potrebbero non essere state vaccinate e potrebbero ammalarsi gravemente e morire. Ora non puoi legiferare contro la mortalità. Ci sono molte cose in questo mondo che uccidono le persone e non sono illegali. Il cancro uccide molte persone. Gli attacchi di cuore uccidono molte persone. L’obesità uccide molte persone. La malaria uccide un mucchio di persone ogni anno. … Quindi ad un certo punto, dobbiamo solo dire, ‘Probabilmente dovremo convivere con questa cosa. E se vogliamo conviverci, allora dobbiamo vaccinarci”.

2 LA CANNABIS DEI SIGUR RÓS

I Sigur Rós hanno lanciato una linea di tintura di CBD, chiamata Exhale, in collaborazione con il collettivo VONA. “Siamo entrati in questo campo con un unico intento”, ha spiegato Jónsi, “creare il miglior prodotto anti-ansia e renderlo accessibile a quante più persone possibile. L’ansia colpisce le persone in tutto il mondo, di tutti i ceti sociali, me compreso. Quindi aveva senso per noi concentrare i nostri sforzi sulla creazione di un rimedio naturale per l’ansia che non non dia dipendenza”.

3 L’ACTION FIGURE ILLEGALE DI FRED DURST

Ha fatto molto parlare sui social il nuovo look di Fred Durst, tanto che qualcuno ha creato una action figure e l’ha messa su e-bay. Ma non è questa la vicenda curiosa, bensì il fatto che lo stesso leader dei Limp Bizkit ha provato a comprarla, senza riuscirci: “Ho perso l’asta per questo giocattolo illegale. Le cose vanno bene”, ha scritto dopo che la sua offerta di 415 dollari era stata superata e l’oggetto venduto a 680.

4 SALMO CONTRO TUTTI

Ha fatto molto discutere il concerto a sorpresa di Salmo nella sua Olbia, che ha radunato oltre cinquemila spettatori senza nessuna misura anti-covid. “La zona di Oristano è stata devastata dalle fiamme e ci sono famiglie in difficoltà, pastori che hanno perso il bestiame e non possono lavorare”, aveva scritto su Instagram qualche giorno fa, “Hanno bisogno di una mano. Organizziamo un live completamente gratuito e una raccolta fondi su internet per aiutare queste persone. Non so quando potremmo fare il live e se ce lo permetteranno, ma noi lo faremo ugualmente”. Nonostante dal palco abbia lanciato un appello a vaccinarsi, la scelta del rapper ha scatenato le critiche anche di molti colleghi, primo fra tutti Fedez, che ha scritto: “Sfruttare la nostra condizione di privilegio, aggirare le regole per soddisfare capricci personali. Questo non aiuta nessuno. Avete sputato in faccia a migliaia di onesti lavoratori dello spettacolo che quest’anno cercano di tirare avanti con immensi sacrifici rispettando le regole per andare alla pari con i conti (quando va bene)”. Pronta la risposta: “Ieri sera non c’è stata nessuna raccolta fondi, ho messo i soldi di tasca mia per aiutare la Sardegna. Ad agosto il centro di Olbia è sempre affollato, esattamente come le spiagge. Gli assembramenti creati dalla finale degli Europei andavano bene, il mio concerto gratuito no. Ora avete una persona con cui prendervela. Non definitevi artisti se poi non avete le p… di infrangere le regole. Potevo andare a farmi la vacanza come Fedez invece sono sceso per strada e ho detto la mia. Se avessi voluto seguire le regole non avrei fatto l’artista!”. Nel frattempo la Procura di Tempio Pausania ha aperto un’inchiesta contro ignoti sul concerto gratuito tenuto dal rapper.

5 NICKI MINAJ E IL MARITO ACCUSATI DI MOLESTIE

Nicki Minaj e suo marito Kenneth Petty sono stati accusati di molestie da Jennifer Hough, la donna che Petty aveva aggredito nel 1994, quando avevano entrambi 16 anni. L’accusa, oltre all’aggressione sessuale e alle percosse, sostiene che ci fosse uno schema di molestie da parte di Minaj e Petty, tra cui contattare direttamente Hough, offrirle somme di denaro, intimidire i testimoni e inviare persone a casa sua, cose che alla fine l’hanno portata a trasferirsi.
Per questo caso Petty era stato condannato nel 1995 per tentato stupro di primo grado, aggressione di secondo grado, detenzione illegale di secondo grado e possesso criminale di un’arma, mentre nel 2006 si era dichiarato colpevole per un’accusa di omicidio colposo in un caso non correlato. Dopo aver scontato sette anni di una condanna a 10, è stato rilasciato in libertà vigilata nel 2013. Infine, nel 2020, è stato accusato di non essersi registrato come molestatore sessuale in California dopo essersi trasferito da New York, e all’inizio di questo mese ha accettato un patteggiamento, dichiarandosi colpevole.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

 

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti.

Con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare dati precisi di geolocalizzazione e identificazione tramite la scansione del dispositivo. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori il trattamento per le finalità sopra descritte. In alternativa puoi accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire o di negare il consenso. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Questi cookie ci consentono di contare le visite e le sorgenti di traffico, quindi possiamo misurare e migliorare le prestazioni del nostro sito.

Monitoriamo in forma anonimizzata gli accessi a questo sito.
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Questi cookie sono impostati attraverso il nostro sito dai nostri partner pubblicitari.

Usiamo Google AdSense per mostrare pubblicità online sul nostro sito web.
  • _tlc
  • _tli
  • _tlp
  • _tlv
  • DSID
  • id
  • IDE

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Exit mobile version