• 100
    Shares

(Credit: Giacomo Gelati)

LaPara è un progetto lo-fi pop/indie pop che prende forma nel 2018 dentro la stanza di Rebecca, da lì si sposta al salotto, dove nei mesi della quarantena vengono registrati i cinque brani che andranno a comporre il primo EP della band: Tutti Gli Animali Del Mondo, prevista ad aprile 2021 per Costello’s e prodotto da Giacomo Gelati de Le Altre di B. L’EP viene anticipato dall’uscita dei singoli PlasticaAlla Menta. Traballa, di cui vi presentiamo in anteprima il video, è il terzo singolo de LaPara e anticipa l’uscita dell’EP Artist First.

La band racconta il singolo: “Traballa è la prima canzone scritta tra quelle dell’EP Tutti gli animali del mondo. Nasce come un lento. L’immagine è quella di una danza sbilenca, storta, con i piedi che si calpestano e i corpi che si attorcigliano, a fare un tango su una musica sbagliata. Viene scritta due anni fa, in una delle tante notti di buio olandese, dove le finestre sono così grandi da rendere la solitudine pesante come l’universo. Viene messa in una cartella piccola, sul desktop del computer, a comprimere quel bisogno di piedi vicini che non sanno cos’è l’equilibrio. Passano gli anni e sono sul divano, è marzo 2020, la chitarra su di me e la voce che canticchia questo lento. Ci accorgiamo che era la nostra musica ad essere sbagliata. Raddoppiare la velocità. Traballa non doveva più essere un lento, un lamento. Traballa doveva diventare un grido, quasi di gioia, perché in quel momento ci rendiamo conto di avere una grande fortuna: un punto di equilibrio in un momento di difficile sospensione dalle cose. Traballa rappresenta la nostra epifania, il vacillare che si trasforma in una danza”

Il video è disegnato, animato e diretto dall’artista Lucia Fiorani che lo racconta così:

Traballa è una canzone che trasforma il vacillare in una danza: gioca con i piedi, parla dello stare in piedi.
A livello di approccio visivo ho voluto mescolare filmati d’archivio e sequenze animate disegnate.
Balli, lotta, corrida. Essere in due, sbilanciarsi a vicenda, dialogare con il movimento: sia per essere nemici, sia per essere amanti, bisogna prima essere complici.


  • 100
    Shares