•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Roger Daltrey ha firmato un contratto con la casa editrice inglese Blink Publishing e con l’americana Henry Holt and Co. per un’autobiografia, attualmente senza titolo, che dovrebbe uscire ad agosto del prossimo anno.
Secondo quanto anticipato dall’autore e dagli editori, il frontman degli Who racconterà la sua carriera all’interno della band, l’ascesa vertiginosa da operaio a rockstar, ma anche i cambiamenti dell’Inghilterra nel corso degli anni.
Daltrey ha anche affermato che gli ci sono voluti anni per sentirsi pronto a scrivere un libro sulla sua vita, nonostante gli venisse chiesto spesso:

Ho sempre fatto resistenza agli stimoli a scrivere un memoir, ma adesso finalmente sento di vedere le cose abbastanza in prospettiva. Mi ci sono voluti tre anni per disimballare gli eventi della mia vita, per ricordare chi aveva fatto cosa quando e perché, per separare i miti dalla realtà, per svelare cose è successo veramente all’Holiday Inn il giorno del ventunesimo compleanno di Keith Moon. Spero che il risultato sia qualcosa di più della solita autobiografia. Sono stato abbastanza fortunato da vivere in tempi interessanti. Ho assistito a enormi cambiamenti sociali, nella musica e nella cultura. Il fatto che sia ancora qui a poter raccontare la mia storia mentre tanti intorno a me non ci sono più non è niente di meno che un miracolo.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •