•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

rumore

Giugno, tempo per noi di una “doppia” copertina, come già accaduto un paio di estati fa con Ghemon e Brunori SAS. L’estate è alle porte e abbiamo deciso di anticiparla con due nomi che sono fra i mattatori di questo 2016 e lo saranno anche durante la stagione calda. Si tratta de I Cani e di Calcutta. Due storie diverse ma anche simili, distanti ma vicine. Tanto che siamo riusciti a metterli a confronto in tutti i sensi. Grazie all’intervista di Francesco Farabegoli e – in copertina, e a seguire nelle pagine interne – tramite il prezioso servizio fotografico esclusivo scattato per noi da Giulia Razzauti.

Ci piace, quando l’argomento di cronaca lo permette e noi in redazione lo riteniamo sensato, concentraci sull’analisi di “scene musicali”. Questo mese capita con il cosiddetto movimento elettronico nato e sviluppatosi negli ultimi anni in Canada. Una densa serie di interviste: si parte da dei veterani come i Junior Boys e poi ci si concentra su nuove uscite di rilievo, come quelle di Jessy Lanza, Kaytranada e Foxtrott.

Claudio Sorge e Stefano Fanti, come accade ogni mese, hanno preso in carico le uscite più rilevanti fra quelle di area “pesante”. Ecco quindi una bella intervista per l’atteso ritorno dei Cough.

Poi: un paio di conferme e una (quasi) scommessa. Da una parte il ritorno degli eterni Swans, destinati (ma il condizionale nel caso di Michael Gira e soci è d’obbligo, come si sa) all’ultimo album della loro longeva carriera: qui intervistati da Francesco Vignani. Poi c’è un altro rientro sospirato, quello dei Kills, il duo britannico assente dalle scene da qualche anno e qui chiamato all’”interrogazione” da Emanuele Sacchi.

Dall’altra parte, invece, ecco l’album della verità (il secondo, a parecchia distanza dall’esordio) per Michael Kiwanuka: il songwriter britannico, “nero in un mondo di bianchi”, incrociato da Elia Alovisi proprio nella natia Londra.

Le pagine di “Retropolis” si concentrano su un nome di culto, scomparso purtroppo troppo presto, ormai anni fa: quello di Sandy Denny. Nell’impossibilità di sentire dalla sua voce il resoconto di una carriera e di una vita, Alessandro Besselva Averame ha raggiunto Mick Houghton: massimo esperto vivente di Sandy, nonché suo biografo ed estensore delle note incluse nel doppio CD di Denny antologico appena pubblicato.

Fra le interviste di approfondimento ci sono quelle a nomi promettentissimi come Oscar, Sumac, Zach Cooper, Mr. Bison, Lo Straniero, Telegram. Pubblichiamo poi un report dal vivo particolarmente importante: ossia il racconto (con foto) della recente data live londinese di Iggy Pop.

Il disco del mese è quello d’esordio del duo britannico chiamato Raime. Analizziamo inoltre le nuove uscite di DJ Shadow, Skepta, Radiohead, James Blake, Jake Bugg, Band Of Horses, Drake, Chance The Rapper, Steve Gunn, Rufus Wainwright, Monaci Del Surf, Niccolò Fabi, Wow e tantissimi altri.

“Rumore” 293, giugno 2016, è in edicola di 6 euro. Disponibile anche la versione app da scaricare. Buona lettura!

SOMMARIO
L’EDITORIALE
NEWS
PUNTI DI VISTA
MY TUNES
FUTURA

DISCO DEL MESE
RECENSIONI
TREECOLORE
IN ITALIA
RADICI
IN BREVE
SINGOLARE
FLASHBACK
RETROPOLIS

DAL VIVO
VISIONI
DVD
LETTURE
FUMETTI
STORIE DI RUMORE
BANDA LARGA


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •